Lunedì, 21 Giugno 2021
social

Impresa degli astrofili aretini, fotografano la Stazione Spaziale di Parmitano davanti alla Luna. Sestini: "Emozione immensa"

Poche possibilità di farcela, ma loro ci sono riusciti. Sono Francesco Minotti e Luca Martinelli che hanno alacremente lavorato a questa impresa con il presidente del Gruppo Astrofili di Arezzo Lorenzo Sestini

Un'impresa memorabile. E' quella che hanno compiuto tre giovani appassionati astrofili aretini che dopo giorni di calcoli e spostandosi nel punto giusto sono riusciti a fotografare la Stazione Spaziale Internazionale, quella dove è in corso la missione di Luca Parmitano, l'astronauta italiano capitano della spedizione nello spazio di lunga durata iniziata il 20 luglio 2019. L'impresa è data dalla difficoltà della localizzione e dal brevissimo arco di tempo a disposizione per scattare la foto, la metà di un secondo. Poche possibilità di farcela, ma loro ci sono riusciti. Sono Francesco Minotti e Luca Martinelli i soci del Gruppo Astrofili che hanno alacremente lavorato a questa impresa con il presidente dell'associaizone di Arezzo Lorenzo Sestini.

La spedizione fotografica

Muniti di strumentazione sosfisticata sono partiti da Arezzo, anche se scoraggiati dalle nuvole, si sono recati nel possibile transito sul disco lunare, hanno montato 3 postazioni per avere una maggiore possibilità di riuscita e hanno aspettato quel mezzo secondo. Un'ora e mezzo in un campo al confine della provincia di Arezzo tra Cortona e Castiglion del Lago, al ghiaccio, in trepidante attesa, con la speranza di farcela. I tre soci dell'associazione hanno sincronizzato i propri dispositivi con l'ora esatta e hanno cominciato a fare il conto alla rovescia. Con se avevano portato i propri telescopi ad alto ingrandimento e con questi hanno scattato le immagini. 

"Sapevamo di avere poche probabilità di farcela, ma quando abbiamo riguardatto le immagini abbiamo provato un'emozione elevatissima" racconta Lorenzo Sestini, presidente del Gruppo Astrofili di Arezzo. "La Stazione Spaziale ruota così velocemente attorno alla terra tanto che è in grado di compiere un giro in 90 minuti e quindi il suo passaggio di fronte al disco lunare è di meno di un secondo" spiega ancora Sestini. 

Lo studio prima del momento fatidico

Il gruppo astrofili Arezzo ha compiuto un impresa incredibile grazie all'aiuto di un software matematico che calcola i passaggi dei satelliti spaziali sopra oggetti del sistema solare in prospettiva dalla terra. Questo evento è capitato proprio al centro Italia con maggiore visibilità anche nella nostra provincia di Arezzo. I 3 giovani Francesco Minotti, Luca Martinelli e il presidente Lorenzo Sestini hanno seguito per giorni i calcoli di questo utilissimo software che inizialmente dava il passaggio sopra Firenze nella sua centralità. Con il passare dei giorni i calcoli variavano continuamente fino ad assestarsi sulla nostra provincia, per l'esattezza su parte di Cortona e Castiglione del Lago.

Le foto

Sono tre le foto che hanno riprodotto, una per ogni socio impegnato nell'impresa e in tutti e tre i casi si vede la Stazione spaziale, nera, sullo sfondo lucente della luna, è proprio al suo interno che il capitano Luca Parmitano sta portando avanti la missione insieme ai colleghi.

Le distanze

La Stazione Spaziale transita nell'orbita terrestre a distanza di 400 chilometri dal pianeta e si trova a circa 370mila chilometri dalla Luna.

Il racconto social di Francesco Minotti

Era tutto pronto: cioccolata calda, telescopi montati, batterie cariche e telecomando in mano.
Gli attimi che hanno preceduto il passaggio li abbiamo vissuti con molta emozione. Un passaggio così non avviene tutti i giorni. Eravamo pronti all'evento da 2 settimane. Poi quando ieri mattina abbiamo visto il cielo nuvoloso è sorto il dubbio, "andiamo, non andiamo, ma sì dai, male che vada facciamo altro" e così via.
Quindi da ottimista, quale non sono, ho deciso che saremmo andati lo stesso. Dovevamo riuscirci.
La fortuna ha voluto sì che il cielo schiarisse, facendoci un enorme regalo.
Eccola qui, la #ISS, grande quanto un campo di calcio, passare di fronte al disco lunare ad un'altezza di circa 500km dal suolo, alla velocità di 8km al secondo.
Ho avvisato anche l'astronauta #lucaparmitano tramite Twitter, ma al momento ancora attendo sue risposte.
Lo scatto non sarà granchè paragonandolo ad altri, ma ciò che conta è stato passare una serata indimenticabile con persone che vivono la tua passione.

E quello di Lorenzo Sestini

Ci sono riuscito! Stazione spaziale internazionale sul disco lunare! Non capita di certo tutti i giorni, anzi non credo che in queste condizioni non ricapiti proprio.

Luca Parmitano dentro Iss.
Luna piena.
Pannelli solari di fronte. 
Inclinazione perfetta.
Quasi la massima vicinanza con il centro Italia.
Vicino alla mia città la prospettiva.
Sereno.
Seeing ottimo.

Foto eseguita in compagnia del Nuovo Gruppo Astrofili Arezzo con i soci Francesco Minotti e il nerd Luca Martinelli.
Luogo Castiglione del Lago.
Telescopio newton 200-1000 Fr scatti da 1/8000 raffica in jpg. Canon 70d.
Di sicuro questa farà parte del mio arredo casalingo. Un domani quando la iss non ci sarà più potrò dire che ho fotografato sul disco lunare con un Italiano al suo interno. Che soddisfazione.
Spero vi emozioni questa foto tecnica quanto lo fa a me.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impresa degli astrofili aretini, fotografano la Stazione Spaziale di Parmitano davanti alla Luna. Sestini: "Emozione immensa"

ArezzoNotizie è in caricamento