social

“Rinascita ecologica”, un libro per immaginare la smart city aretina

Fabio Mori, fondatore della Casa dell’Energia, affronta le tematiche di ambiente e sviluppo urbano

Un libro per immaginare la “Città del Futuro” tra sostenibilità ed economia circolare. L’opera è di Fabio Mori, co-fondatore e direttore della Casa dell’Energia di Arezzo, che ha pubblicato il saggio “Rinascita ecologica” in cui tratta le tematiche di sviluppo del territorio attraverso riflessioni e approfondimenti su ambiente, mobilità, efficienza energetica e riassetto urbanistico. Il Progetto nasce nel 2016 a seguito della vittoria di un bando pubblico e si sviluppa intorno al recupero ed alla valorizzazione di un’area industriale dismessa alle pendici del centro storico medievale.

“Rinascita ecologica” è un libro che trova le proprie radici nel lockdown della primavera del 2020, con il lungo periodo di stop che è stato utilizzato da Fabio Mori come occasione per raccontare e per approfondire diverse tematiche collegate all’identità della Casa dell’Energia. Questo centro urbano è nato dal recupero e dalla riqualificazione dell’area di archeologia industriale della ex fonderia Bastanzetti per farne un luogo innovativo dedicato all’organizzazione di convegni, alla valorizzazione dei giovani, alla didattica e allo sviluppo di soluzioni per le energie rinnovabili da fonti alternative, per l’efficientamento energetico e per la raccolta dei rifiuti. Il libro, arricchito da una galleria fotografica, propone un percorso che parte proprio dalle attività metallurgiche del passato, che passa dagli attuali servizi, che propone articoli tratti dal blog “Green Revolution” curato dallo stesso Mori su tematiche ambientali e che si conclude con una proiezione verso il futuro, per immaginare Arezzo come una smart city sostenibile, efficiente e digitale.

L’opera è arricchita da un saggio firmato dal professor Alberto Asor Rosa che, presidente della Rete dei Comitati per la Difesa del Territorio, ha contribuito con una riflessione sulla salvaguardia del territorio come bene comune e come forza economica da valorizzare anche per lo sviluppo turistico e nell’interesse delle nuove generazioni. “Rinascita ecologica” sarà infine caratterizzato da una finalità sociale, con l’intero ricavato dalle vendite che sarà totalmente devoluto in beneficenza.

«Questo libro - commenta Mori, - è nato durante le prime fasi dell’emergenza sanitaria che hanno causato un drastico stop e una riorganizzazione delle attività della Casa dell’Energia. Questo centro ha raggiunto i primi cinque anni di attività, dunque “Rinascita ecologica” è innanzitutto un’occasione per tracciare un bilancio dell’ultimo quinquennio, per ricordare il ruolo al servizio della comunità, per presentare le tante collaborazioni e per proiettarsi verso il futuro. L’intenzione è infatti di presentare un modello di smart city esportabile, che guarda alle nuove generazioni con un progetto dove sostenibilità e socialità convivono».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Rinascita ecologica”, un libro per immaginare la smart city aretina

ArezzoNotizie è in caricamento