social

Restaurata la splendida "Tanagrina" della Casa museo Bruschi di Arezzo

La scultura rappresenta uno dei rari esempi di "Tanagra" presenti nei musei toscani ed era già considerata una pregevole opera grazie alle sue caratteristiche di eleganza e minuziosità dei dettagli

La Fondazione Bruschi, amministrata da Ubi Banca, ha il piacere di segnalare che in occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze presenterà in diretta web il 19 giugno alle ore 10 il restauro realizzato sulla splendida Tanagrina, statuetta in argilla del III secolo a.C. appartenente alla collezione Bruschi.

Tutti gli interessati sono invitati a scoprire la bellezza ritrovata della statuetta seguendo la presentazione in diretta sul canale youtube e sul sito dell'opificio.

Cos'è la Tanagrina

La scultura rappresenta uno dei rari esempi di "Tanagra" presenti nei musei toscani ed era già considerata una pregevole opera grazie alle sue caratteristiche di eleganza e minuziosità dei dettagli. Il restauro effettuato dell’Opificio, grazie ad un'attenta diagnosi e pulitura, ha riportato alla luce pigmenti di colore prima solo lievemente percettibili e che adesso esaltano ancor più la bellezza di questa figura femminile velata. Il consolidamento della scultura e il ritocco pittorico eseguiti dai professionisti dell'Opificio delle Pietre Dure restituiscono alla Fondazione Bruschi un'opera d'arte che emoziona e che dal 14 luglio potrà essere di nuovo ammirata da tutti i visitatori della Casa Museo. Per questo al termine della video presentazione dell’Opificio chi fotograferà il coupon in sovraimpressione avrà un ingresso a prezzo ridotto per visitare il Museo Bruschi e scoprire il fascino della Tanagrina rientrata a casa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restaurata la splendida "Tanagrina" della Casa museo Bruschi di Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento