menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Più Guida Ristoranti 2021: presenti quattro nomi aretini, due in città

I 3 Bicchieri e la Lancia d'Oro per Arezzo, Il Falconiere di Cortona e Al Coccio di Sansepolcro sono stati selezionati tra oltre 900 ristoranti di tutta Italia

Due ristoranti di Arezzo sono stati inseriti in "Più Guida Ristoranti edizione 2021" di Italia Più a cura di Domenico Renis. Si tratta della Lancia d'Oro in piazza Grande e I 3 bicchieri di piazzetta Sopra I Ponti. Nella guida sono presenti anche altri due ristoranti aretini: Il Falconiere di Cortona e Al Coccio di Sansepolcro. 

Le recensioni dei ristoranti aretini

I 3 Bicchieri “I Tre Bicchieri” è un ristorante, una famiglia e una piccola officina del gusto. Un tempo enoteca, con l’arrivo di Andrea Amendola e dello chef-genero Luigi Casotti, è divenuto un posto unico in cui assaporare i celebri profumi e sapori partenopei, che sono frutto di una continua ricerca e sperimentazione. Tanti piatti di mare come il polpo arrosto, il Bulgur al nero di seppia,
o i gamberi rossi con maionese di avocado, il risotto al limone con crostacei, i tubetti di crema di patate, o la provola e salsa di ricci. Tra i secondi, il baccalà al vapore, il tataky croccante di tonno alle alghe dolci e il pesce bandiera marinato. Ottima scelta di vini da abbinare alle tante raffinate pietanze.

La Lancia d'Oro Il Ristorante La Lancia d’Oro si trova in una delle più belle piazze d’Italia, nel pregevole centro storico di Arezzo, sotto le splendide logge del Vasari in un’atmosfera di bellezza architettonica. In estate ci si accomoda all’aperto, mentre all’interno si gode di arredi molto curati, dai tessuti delle apparecchiature agli addobbi floreali. Cucina è tipicamente toscana, con pasta e pane fatti in casa e una squisita pasticceria. C’è un ricco menu alla carta, con i primi piatti gourmet come il risotto Carnaroli invecchiato di 18 mesi con maialino croccante e profumo di cannella, o i bottoni di ravioli farciti con crema di pecorino e gocce di zafferano. Ottimi secondi di carne come la faraona con uva caramellata o l’agnello in crosta di pane aromatico e nocciole affumicate. E l’accoglienza è quella calorosa della gente toscana.

Il Falconiere Il Falconiere è una residenza di charme nella campagna toscana, con splendide camere, un attrezzato centro benessere e un ristorante Stella Michelin in cui trionfa il meglio della cucina toscana. Silvia e Riccardo Baracchi hanno trasformato l’antica villa di famiglia del XVII secolo in un gioiello di ospitalità e un piccolo paradiso per gli appassionati della gastronomia locale, che qui trionfa pienamente tra carni, spezie ed erbe aromatiche. Lo chef Silvia, insieme con l’executive chef Richard Titi, porta in tavola tutta la sua sensibilità per le tradizioni e l’arte dell’accoglienza, che si traduce in ingredienti eccezionali e cotture che esaltano magistralmente i sapori toscani.

Al Coccio Qui nel XII secolo c’erano i monaci Camaldolesi, oggi nei locali dell’ex sacrestia della chiesa di San Niccolò si trova il Ristorante Al Coccio. Propone piatti con prodotti freschi e di stagione e paste rigorosamente fatte a mano. Sara Emanuela Battistelli lo ha rilevato dal 1983 e lo ha reso nel tempo un locale assolutamente accogliente ed elegante. Vi si degustano ricchi antipasti, dai più classici ai più insoliti, primi piatti con pasta fresca conditi con sontuosi sughi. E, quanto alle carni, ci sono tutte le pietanze tipiche toscane, accompagnate dalle migliori primizie di stagione, provenienti dall’orto e dal bosco limitrofi. Celebri i filetti cui gli chef Loide Battistelli e Fatima Faqir dedicano una sezione apposita del loro menu. Tra i dolci, tiramisù, panna cotta, semifreddi, crema catalana e gli immancabili cantucci con il tipico vin santo toscano.

La rivista 

Più Guida Ristoranti fa una scrupolosa e prestigiosa selezione di oltre 900 tra i migliori ristoranti d’Italia, dedicata a quanti non si accontentano delle solite proposte, ma desiderano essere guidati con sicurezza nei ristoranti dove ogni portata rappresenta un’esperienza unica e indimenticabile. Essenziale per chi viaggia e lavora e per quanti vogliano concedersi sempre una tappa e una cucina adeguata all’occasione. All’interno della Guida è presente anche una selezione attenta delle più raffinate etichette di vini nazionali. La guida, sfogliabile online sul sito dedicato, è distribuita in tutta Italia a una accurata selezione di manager, imprenditori, liberi professionisti ed esperti del settore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento