L’aretino Riccardo Pancini protagonista a “Mica pizza e fichi” di La7

L’appuntamento è per venerdì 23 ottobre con un’intera puntata on-line sul pizzaiolo di Al Foghèr Pancini realizzerà due pizze in cui valorizzerà l’innovazione e l’eccellenza gastronomica italiana

Un aretino protagonista a “Mica pizza e fichi”, il programma di La7 che celebra il mondo della pizza. L’appuntamento è fissato per venerdì 23 ottobre quando, a partire dalle 9.00, sarà disponibile on-line sul portale del canale televisivo un’intera puntata della trasmissione dedicata a Riccardo Pancini, titolare di Al Foghèr di Ponte alla Chiassa, che presenterà due ricette di sua creazione ideate per valorizzare l’innovazione in cucina e le eccellenze della gastronomia tricolore.

Il giovane pizzaiolo, nato nel 1996, è stato scelto in seguito ad una selezione che ha permesso di individuare trenta tra i più esperti professionisti del settore che si stanno alternando nella seconda edizione di “Mica pizza e fichi” condotta da Nicola Prudente (in arte Tinto) per raccontare i più recenti sviluppi di uno dei piatti più amati dagli italiani. Pancini è oggi riconosciuto tra i più autorevoli esponenti della pizza contemporanea, dunque porterà il proprio contributo nell’illustrare questo piatto di alta cucina dove la ricerca di nuovi sapori si unisce all’utilizzo di ingredienti di alta qualità e allo studio di impasti digeribili.

“Riccardo Pancini, figlio d’arte, nasce con le mani in pasta”, riporta la presentazione della puntata sul sito di La7, “fin da bambino si trova dietro il banco della pizzeria, dove è nato l’amore per questo lavoro. Innovazione, ingredienti di prima qualità e nuovi sapori, in linea con la crescente richiesta di una dieta sana ed equilibrata: tutto questo è Al Foghèr”.

Nel corso di “Mica pizza e fichi”, l’aretino avrà il compito di spiegare tutte le fasi di preparazione di una pizza e accompagnerà i telespettatori in un percorso tra aneddoti e curiosità della sua professione che partirà dall’importanza della selezione delle giuste farine, degli impasti e della lievitazione, e che raggiungerà il proprio cuore nella scelta delle farciture. La teoria troverà concretizzazione nella realizzazione di due ricette, una tratta dal menù di Al Foghèr e l’altra improvvisata utilizzando due ingredienti indicati dagli autori del programma: nel primo caso Pancini proporrà la “Caamortazza” (con mortadella con pistacchi, burrata, granella di pistacchi e tartufo fresco), mentre nel secondo avrà a disposizione peperoncini dolci e scamorza che abbinerà con pancetta e mix di quattro pepi. Queste due pizze saranno valutate da Tinto e da un critico gastronomico che termineranno la puntata con una recensione dei piatti assaggiati e con un giudizio sull’operato del pizzaiolo.

"“Mica pizza e fichi” - spiega Pancini, - è uno dei programmi di riferimento degli amanti della pizza. La mia partecipazione è stata un motivo di soddisfazione e di orgoglio perché mi sono messo alla prova in un contesto stimolante dove ho goduto dell’opportunità di raccontare il lavoro quotidianamente svolto nei nostri locali a Ponte alla Chiassa e in Corso Italia, di svelare qualche segreto per realizzare una buona pizza e, soprattutto, di valorizzare su La7.it la gastronomia e il buon mangiare tipicamente aretini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento