Facebook, chiuse le pagine di Casa Pound Arezzo e Forza Nuova. Al buio il profilo di un ex consigliere comunale

Dai profili nazionali a quelli locali, consiglieri comunali, attivisti, segretari e le loro rispettive pagine fan. Tutti sono stati colpiti dall'applicazione delle policy di Facebbok e Instagram

"Le persone e le organizzazioni che diffondono odio o attaccano gli altri sulla base di chi sono non trovano posto su Facebook e Instagram."

Con questa motivazione i due social network hanno rimosso i profili personali e le pagine fan di Casa Pound Italia Arezzo, del Blocco Studentesco, di Forza Nuova Arezzo. Alla ricerca di queste pagine non appare nulla, su Google sono ancora ben indicizzate, ma cliccando il link appare il messaggio Facebook "questa pagina non è disponibile" e a quanto pare non lo sarà mai più. Lo spiega lo stesso Facebook riferendosi alle policy che ha adottato e che tutti devono rispettare per poter accedere alla piattaforma social: 

"Candidati e partiti politici – si legge ancora nel comunicato – così come tutti gli individui e le organizzazioni presenti su Facebook e Instagram, devono rispettare queste regole, indipendentemente dalla loro ideologia. Gli account che abbiamo rimosso oggi violano la nostra policy e non potranno più essere presenti su Facebook o Instagram."

Già anche i candidati, i profili personali dei politici, degli attivisti principali sono stati cancellati. Così ad Arezzo e dintorni sono finiti nella rete di Zuckerberg i personaggi di riferimento di Casa Pound Arezzo Eugenio Palazzini e Francesco Campa, rispettivamente responsabile regionale  e responsabile provinciale del partito della tartaruga, l'ex consigliere comunale di Castiglion Fiorentino Bruno Buccelletti. A scomparire è stata anche la pagina del Blocco Studentesco, il movimento che si è diffuso nelle scuole anche aretine emanazione diretta di Casa Pound. La pagina fan aretina contava 1577 mi piace.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiordaliso, lite con il capotreno nella tratta Arezzo-Roma: "Ho dovuto pagare il biglietto per due chihuahua"

  • Batterio killer New Delhi in Toscana: arrivano i test rapidi. E Mugnai scrive al ministro della Salute

  • "Siamo increduli e addolorati, Federico conosce solo il lavoro". Così gli amici di Ferrini, accusato di omicidio

  • Pensionato trovato morto in un oliveto: dramma in Valdichiana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Batterio New Delhi: un caso nell'Aretino. Il monitoraggio e la prevenzione in Toscana

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento