rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
social

Come allungare la vita alle batterie di smartphone e pc

Smartphone e pc non tradiscono mai almeno all’inizio della loro vita, ma poi l’uso quotidiano rallenta le prestazioni. Come possiamo fare non restare di frequente ‘a secco’ con la batteria? Ecco alcuni consigli

Partiamo subito da un presupposto. Le batterie di smartphone, pc e tablet hanno una loro durata, una loro vita, e una volta arrivati al termine non si può prolungare in nessun modo. Possiamo però prevenire e rallentare il deterioramento. Gli studiosi e i ricercatori definiscono il processo di rallentamento delle prestazioni delle batterie, e il mancato caricamento al cento per cento, come 'obsolescenza programmata'. Significa che ogni batteria ha un determinato numero di cicli di ricarica. Si parla per gli smartphone di circa 500-700 cicli, mentre per i computer di almeno il doppio ovvero 1.500-1.600 cicli.

Primo consiglio per i possessori di un pc. Per salvaguardare il numero di cicli di computer portatile conviene collegarlo alla corrente quando possibile scollegando la batteria. 

Attenzione alle temperature. Esistono programmi da installare su pc e smartphone per controllare la temperature del nostro dispositivo ed evitare che si surriscaldi. A tal proposito utilizzare un pc sul letto o appoggiarlo sulle proprie gambe comporta una trasmissione di calore o comunque un incremento della temperatura. Tra l’altro può influire anche la temperatura della stanza. Qualunque temperatura superiore o inferiore alla fascia 5-45 gradi centigradi, danneggia inesorabilmente la batteria.

Per quanto riguarda la ricarica è bene utilizzare il caricabatteria originale. I dispositivi universali sono comodi ma c’è il rischio che possano erogare o troppa energia o poca energia danneggiando i dispositivi. Se proprio dovete utilizzarne uno alla fate attenzione perchè senza materiali di qualità potrebbe rovinarsi il pc, smartphone o tablet in poche settimane.

Non ricaricare mai la batteria al cento per cento. Si rischia solamente di rovinare la batteria. L’ideale sarebbe staccare il caricabatteria dopo aver raggiunto un’autonomia del 60-70 per cento.

Se poi fosse troppo tardi per seguire questi consigli non vi resterà altro da fare se non cambiare la batteria. Non preoccupatevi però, il costo delle batterie è più accessibile di quel che si pensi rispetto al passato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come allungare la vita alle batterie di smartphone e pc

ArezzoNotizie è in caricamento