Arezzo in prima serata su Sky: il Medioevo, il bonus fegatelli, i punteggi. Come è andata la puntata di 4 Ristoranti

La sfida condotta da Alessandro Borghese è andata in onda alle 21,15, su Sky Uno e Now Tv. In gara, oltre alla Lancia d'Oro vincitrice, anche il ristorante Da Mariano, la vineria Ciao Dal Chiodo e l'osteria Il Grottino

Maurizio Fazzuoli esce dal "van dai vetri oscurati" (Immagine da Sky Uno)

Si chiude con Maurizio Fazzuoli ad abbracciare il suo personale  - d'altronde i tempi del Covid erano ancora lontani durante la registrazione - la puntata aretina di 4 Ristoranti di Alessandro Borghese. Trionfa il ristorante La Lancia d'Oro di piazza Grande: è il miglior ristorante a tema medievale di Arezzo secondo la trasmissione. La puntata è andata in onda in prima visione questa sera, alle 21,15, su Sky Uno e Now Tv. In gara, oltre alla Lancia d'Oro, anche il ristorante da Mariano, la vineria Ciao Dal Chiodo e l'osteria Il Grottino. E se l'esito della sfida era ormai risaputo tra gli aretini, rimaneva una grande curiosità per il dipanarsi della sfida, i voti tra i ristoratori, quelli di Alessandro Borghese, le portate e le gli scorci della città.

Tirando le somme: immagini bellissime, montaggio veloce e un grande spot per Arezzo. Il tema medievale, a cui i ristoratori in gara hanno aderito, è risultato funzionale allo spettacolo, anche se le portate dei secoli andati rappresentano più l'eccezione che la regola dei locali aretini.

La sfida tra i ristoranti

Tema medievale, con un piatto tipico aretino oggetto di bonus: i fegatelli

La prima cena si è svolta da Mariano, in via Vittorio Veneto. Il ristorante - da poco trasferitosi da Corso Italia - si trova nei locali che precedentemente ospitavano Dario e Anna. Mariano, il titolare, si è presentato vestito in tema, in calzamaglia, cercando di rispettare il tema medievale nelle portate, proponendo anche qualche colpo ad effetto frutto di ricerca e studio, come una grande saliera come si sarebbe fatto all'epoca in segno di riguardo per gli ospiti. Il ristoratore campano, da anni trasferitosi ad Arezzo, è stato bacchettato dagli altri concorrenti per il servizio (sono stati dimenticati acqua e vino), mentre le portate, tra zenzero candito, crostini, fegatelli, zuppe e baldino, sono state apprezzate. Prezzo: 158 euro e 72 di punteggio (location:16, menù: 21, servizio: 15 conto: 20), prima del giudizio di Alessandro Borghese.

Seconda cena al Grottino di via Madonna del Prato, in pieno centro storico. Elisabetta, la proprietaria, si è presentata con abito medievale e così hanno fatto i membri del personale. Scintille tra Mariano - particolarmente puntiglioso nella puntata - ed Elisabetta sui fegatelli, mentre Francesco - della vineria Ciao - è risultato il più accomodante. Tra le portate proposte in versione medievale, maialino, lepre, formaggi, affettati, baldino con ricotta. Conto: 103 euro, con dolce offerto. Proprio il conto è stato penalizzato: troppo basso. Punteggio: 65 (location:16, menù: 19, servizio: 16 conto: 14).

Terzo appuntamento alla vineria Ciao Dal Chiodo di piazza Sant'Agostino. Francesco, il titolare, l'ha presentata come "il regno della mamma". Il tema medievale è stato tralasciato, anche se Borghese ha poi fatto sapere di aver particolarmente apprezzato la cucina verace del locale (9 al menù). Francesco si è anche distinto per alcune battute che hanno ravvivato la puntata, aggiudicandosi senz'altro il premio simpatia. E' stato però penalizzato dal fatto di aver proposto portate fuori tema, ad esempio gnocchi di patate o preparazioni con fagioli cannellini (nel Medioevo non c'erano), e non aver allestito il locale con dettagli medievali. Di fronte alle perplessità degli altri ristoratori ha sentenziato: "Pazienza, che mi frega”. A fine serata ha stappato una bottiglia di spumante con i suoi familiari per festeggiare, esclamando: “Nel Medioevo c’era il prosecco?”. Conto: 123 euro e 67 punti  (location:14, menù: 13, servizio: 18 conto: 22).

Finale alla Lancia d’Oro di Piazza Grande, allestita con figuranti in costume già all'ingresso sotto le Logge. E poi all'interno grande cura dei dettagli (acqua e rose per lavare le mani) e personale con abiti d'epoca. Durante la cena c'è stato anche un intermezzo con giullare. Anche nella scelta del menù, sono state selezionate solo materie prime in linea con il tempo. Alcuni appunti sono stati mossi: Alessandro ha contestato ad esempio la tecnica di cottura dell'uovo a bassa temperatura (con quale strumento si sarebbe controllata la temperatura nel Medioevo?). Tutti hanno convenuto sulla qualità del cibo, mentre l'impiattamento moderno ha destato perplessità. Conto: 235 euro, 76 punti (location:22, menù: 18, servizio: 21, conto: 15). Particolarmente penalizzato il conto, ritenuto troppo basso da Mariano.

Prima della proclamazione del vincitore, è stato assegnato il bonus-fegatelli da 5 punti: è andato al Grottino di Elisabetta, che ha risalito la classifica a quota 70. Dopo il confronto, il celebre "van dai vetri oscurati" si è mosso per la proclamazione del vincitore, approdando in piazza Grande, davanti alla Lancia d'Oro. Coriandoli, brindisi e assegno da 5mila euro: “Farò un bel regalo”, ha detto Maurizio.

Sono stati anche svelati i voti di Borghese: 

Lancia d'oro 31 | Location: 9, menù: 7, servizio: 8, conto: 7

Ciao Dal Chiodo 28 | Location: 6, menù: 9, servizio: 7, conto: 6

Mariano 29 | Location: 7, menù: 8, servizio: 5, conto: 9

Grottino 30 | Location: 7, menù: 8, servizio: 6, conto: 9

La classifica finale

Lancia d'Oro 107

Da Mariano 101

Il Grottino 100

Vineria Ciao: 95

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Nuove regole allo studio per Natale e Capodanno: verso il Dpcm del 3 dicembre

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

  • Nuovi assetti bancari in provincia:18 filiali Ubi passano a Bper. Tra queste anche la sede storica di Banca Etruria

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento