Politica

Elettori temporaneamente all’estero: come votare

La guida agli adempimenti del Comune di Arezzo.

Gli elettori italiani che si trovano temporaneamente in un Paese membro dell’Unione Europea per motivi di lavoro o di studio, nonché i familiari conviventi, possono votare per i rappresentanti italiani presso i seggi istituiti dagli uffici consolari.

Per poter esercitare con queste modalità il diritto di voto è necessario presentare entro giovedì 7 marzo al consolato italiano competente che poi ne curerà l’inoltro una domanda indirizzata al sindaco del Comune di Arezzo. Fac simile su https://www.comune.arezzo.it/il-comune/ufficio-servizi-demografici/elettorale/europee-2019/moduli/modulo_domanda_temporanei_pe_2019.pdf

Gli uffici consolari di competenza sono consultabili nel sito della Farnesina. Il termine del 7 marzo è tassativo e non derogabile: oltre tale data le domande non potranno essere accolte e gli elettori temporaneamente all’estero per motivi di lavoro o studio potranno esercitare il loro diritto di voto solo in Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elettori temporaneamente all’estero: come votare

ArezzoNotizie è in caricamento