Mercoledì, 29 Settembre 2021
Politica

Volantini razzisti affissi in via Piave e rimossi dalla polizia. Angelo Rossi: "Episodio orribile, ma Saione non sia più un ghetto"

Blitz della polizia in via Piave, questa mattina, per rimuovere una serie di volantini con contenuto razzista. La via era stata tappezzata da centinaia di fogli con la scritta "Negri di m...", che poi sono stati portati via. Il caso è stato...

Blitz della polizia in via Piave, questa mattina, per rimuovere una serie di volantini con contenuto razzista.

La via era stata tappezzata da centinaia di fogli con la scritta "Negri di m...", che poi sono stati portati via.

Il caso è stato denunciato su facebook dal consigliere di maggioranza Angelo Rossi, che ha stigmatizzato l'episodio, ricordando come Saione sia un quartiere con alta presenza di residenti stranieri.

Francamente in vita mia non avevo mai assistito a un orribile episodio di razzismo di questo genere e mi preoccupa notevolmente perché è un segnale grave: è uno spartiacque, e se come amministrazione non saremo in grado di dare al più presto una risposta al problema della traumatica trasformazione in ghetto del quartiere di Saione la situazione è pronta a degenerare.

Rossi ha inoltre auspicato la presenza costante di almeno tre agenti di polizia municipale (vigili di quartiere) che sovrintendano all'ordine pubblico in zona.

In serata è arrivato anche il commento del sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli

L'episodio accaduto questa mattina in via Piave, sbagliato nella forma, è senza dubbio conferma di una situazione evidentemente critica, e sintomo di una pesante, comprensbile, insofferenza. Questo tipo di manifestazioni di intolleranza conferma la gravità della situazione. La convivenza tra etnie diverse non può prescindere dall'osservanza delle regole e dal reciproco rispetto: a tal fine, confermando l'attenzione massima sull'area di Saione, verrà rafforzato il programma di controlli e presidio del territorio già messo in atto dalla Polizia Municipale. Tuttavia un'azione più decisa passa attraverso la inevitabile collaborazione di tutte le istituzioni, che siamo certi daranno come sempre il loro fattivo contributo. Ho già preso accordi con il prefetto per convocare un Comitato Ordine e Sicurezza per la prossima settimana, così da considerare la situazione di Saione come una situazione da attenzionare con misure specifiche e precise.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volantini razzisti affissi in via Piave e rimossi dalla polizia. Angelo Rossi: "Episodio orribile, ma Saione non sia più un ghetto"

ArezzoNotizie è in caricamento