Politica

Violenza sessuale in zona Cappuccini, CasaPound: "Situazione fuori controllo, intervenire subito"

“Siamo sconvolti dalla notizia ed esprimiamo la nostra completa vicinanza alla trentenne aretina vittima delle violenze sessuali consumatesi nella notte di giovedì notizie di questo tipo fanno sempre rabbrividire e riflettere, e davanti a un...

Francesco Campa-2

"Siamo sconvolti dalla notizia ed esprimiamo la nostra completa vicinanza alla trentenne aretina vittima delle violenze sessuali consumatesi nella notte di giovedì notizie di questo tipo fanno sempre rabbrividire e riflettere, e davanti a un crimine aberrante come lo stupro non esistono colori né giustificazioni. Lungi da noi strumentalizzare il fatto quindi, però è innegabile che quello di giovedì non sia stato un fulmine a ciel sereno, un gesto isolato di un pazzo che può essere circoscritto e lasciato lì".

Francesco Campa, responsabile aretino di CasaPound commenta la vicenda della violenza sessuale in zona Cappuccini

"Il problema del degrado e della sicurezza ad Arezzo è sotto gli occhi di tutti - prosegue Campa -con intere zone della città abbandonate a se stesse, preda di bande di spacciatori spesso stranieri, bivacchi di richiedenti asilo e di tossicodipendenti. Il problema è evidente, e ci siamo più volte espressi a riguardo con riqualifiche in zona Pionta e comunicati sulla situazione allucinante in cui versa la zona di Campo di Marte, ma le istituzioni, sindaco e prefetto in primis, rifiutano la situazione e non fanno niente per contrastarla. Purtroppo gli effetti di questo lassismo sono questi, e se un vagabondo clandestino con precedenti legati alla tossicodipendenza, una persona che non ha quindi alcun diritto di stare in Italia, si macchia di un crimine di questo tipo, ciò non può e non deve essere considerato un caso". "Lo stupro di giovedì è l'ultimo campanello di allarme - conclude Campa - che le istituzioni non possono ignorare: le periferie di Arezzo, anche quelle considerate più tranquille, sono ormai alla mercé di soggetti che non hanno alcun timore delle autorità e che si sentono legittimati a fare tutto ciò che vogliono. Bisogna quindi intervenire ora seriamente con controlli a tappeto e fogli di via per i soggetti responsabili di più crimini, prima che sia troppo tardi, e che episodi come quello di giovedì sera diventino parte integrante della quotidianità aretina".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale in zona Cappuccini, CasaPound: "Situazione fuori controllo, intervenire subito"

ArezzoNotizie è in caricamento