Verso le elezioni, cosa succede a sinistra ad Arezzo? Da Potere al Popolo a Liberi e Uguali

La data delle elezioni politiche non è ancora nota, ma la campagna elettorale è già avviata, anzi sembra non essersi mai fermata. I riposizionamenti sono all'ordine del giorno. Ma cosa succede anche a livello aretino a sinistra del Pd? Rotto...

voto-elezioni-spoglio2

La data delle elezioni politiche non è ancora nota, ma la campagna elettorale è già avviata, anzi sembra non essersi mai fermata. I riposizionamenti sono all'ordine del giorno.

Ma cosa succede anche a livello aretino a sinistra del Pd?

Rotto l'esperimento del Brancaccio la sinistra si sta dividendo di nuovo.

Mdp-Articolo 1 con Possibile e Sinistra Italiana hanno lanciato il progetto elettorale di Liberi e Uguali che ha trovato a livello nazionale il suo leader nella persona di Pietro Grasso, presidente del Senato e appena fuoriuscito dal Partito Democratico. Alle prossime elezioni ci sarà una lista unitaria.

L'assemblea nazionale si è tenuta domenica scorsa, 3 dicembre a Roma e vi hanno partecipato anche 9 delegati per la provincia di Arezzo, eletti nell'assemblea che si è tenuta il 27 novembre ad Arezzo. C'erano i tre portavoce, Andrea Vignini per Mdp, Daniele Farsetti per Possibile e Guido Pasquetti per Sinistra Italiana. E i nove delegati eletti sono stati Elena Alberti e Francesco Simoni, Beppe Brogi, Livia Cesarani, Loredana Betti, Tito Barbini, Andrea Vignini, Ivano Ferri, Francesca Cardelli, con Daniele Farsetti e Guido Pasquetti come supplenti.

"Nell'assemblea aretina - spiega Farsetti - abbiamo proposto che i candidati per la lista unitaria siano scelti con le primari, dal basso, per valorizzare i migliori profili senza calare nessuno dall'alto."

A sinistra di Liberi e Uguali si sta organizzando Potere al Popolo che ad Arezzo si rispecchia almeno in parte in Rifondazione Comunista. Questa sera si terrà l'assemblea sempre al circolo Aurora di piazza Sant'Agostino, unico luogo che viene comunque scelto da tutti. Alle 21:00 si aprirà l'assemblea pubblica coordinata da Giulia Stanghini e Giacomo Guelfi, con l'obiettivo di mettersi in azione per comporre una lista popolare-civica e di sinistra alternativa e antiliberista per le prossime elezioni politiche.

"L'invito è quindi rivolto a tutte le realtà associative, di movimento, partitiche, di comitati o di semplici cittadini che non trovano nell'attuale orizzonte politico uno spazio nel quale manifestare i propri bisogni, le proprie idee e le proprie aspettative. Daremo voce a chi ha subito le conseguenze delle politiche neo-liberiste degli ultimi decenni: ai lavoratori, ai pensionati, ai precari, a chi è in emergenza abitativa, agli esclusi del sistema sanitario, agli studenti dell’alternanza scuola lavoro, a chi prova a ridare vita a spazi pubblici sottraendoli alla mercificazione, alle tante vertenze territoriali impegnate a salvaguardare il nostro territorio dalla speculazione e dall’inquinamento. Si riparte dalla voce di chi resiste e lotta nella provincia aretina. Non possiamo lasciare che siano altri a parlare a nostro nome; non possiamo consentire agli stessi personaggi di sempre di barattare i nostri bisogni con qualche seggio in Parlamento. Dobbiamo irrompere sulla scena, riprenderci la politica e riportarla dove deve stare, nei luoghi di lavoro e nelle piazze. Le scelte politiche cambiano la vita delle persone e la possono migliorare soltanto se tengono conto dei reali bisogni della popolazione."

Interverranno anche Tommaso Grassi, giovane esponente della sinistra fiorentina e forte oppositore della giunta Nardella, e Mauro Romanelli, fautore dell'unità della sinistra alternativa, che porteranno la loro esperienza nel territorio fiorentino.

E Campo Progressista? Ancora non è chiaro, il politico più vicino al progetto di Pisapia è Francesco Romizi, consigliere comunale di Arezzo in Comune che ha partecipato anche alla nascita nel territorio aretino di Mdp insieme a Vignini e Gasperini. Ancora però non ci sono prese di posizione ufficiali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento