menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Veneri (Fratelli d'Italia): "Coinvolgiamo le aziende private per aumentare i bus per le scuole dopo l'Epifania"

La nota di FdI regionale: "Servono più autobus e più soldi per queste corse. Occorre evitare che accada come a settembre, con assembramenti fuori dalle scuole e autobus affollati dai ragazzi"

Fratelli d'Italia interviene sul tema dei trasporti pubblici.

“Va bene il Comitato permanente regionale sul trasporto pubblico locale ma servono più mezzi in campo altrimenti, dopo l’Epifania, con il rientro a scuola anche degli studenti delle scuole superiori, ci ritroveremo a dover fronteggiare un’altra ondata di contagi - dichiara il vice-capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale, Vittorio Fantozzi - Servono più autobus e più soldi per queste corse. Occorre evitare che accada come a settembre, con assembramenti fuori dalle scuole e autobus affollati dai ragazzi. I 4,5 milioni messi in campo dalla Regione non bastano”.

“Speriamo che sia la volta buona e che il Comitato permanente regionale accolga quanto proposto da Fratelli d’Italia già a fine agosto, mettere ossia a disposizione del trasporto pubblico locale per il servizio scolastico anche i bus turistici, e quindi i mezzi e gli autisti di quelle ditte private che da mesi non lavorano a causa dell’emergenza Covid -sottolinea il Consigliere regionale di Fdi Alessandro Capecchi, vicepresidente della commissione Mobilità e Infrastrutture- Speriamo che a queste intenzioni seguano fatti concreti, che è quanto aspettano tutte le famiglie che stanno ancora cercando di capire come si risolverà il rebus del trasporto scolastico e se si riusciranno ad evitare i fatali errori dello scorso settembre”.

“Se è previsto un numero di passeggeri non superiore al 50% della capienza di un mezzo, la flotta dovrà essere necessariamente aumentata da fare in modo che tutti possano usufruire del servizio. Bisogna coinvolgere bus e vetture delle imprese private, che in questo momento difficile non stanno lavorando - dice il Consigliere regionale di Fdi Gabriele Veneri, componente della Commissione Istruzione, formazione, beni e attività culturali -. Queste società, che hanno visto crollare i loro fatturati a causa del blocco del turismo, accetterebbero di buon grado di sostenere il trasporto pubblico facendo così lavorare i propri dipendenti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lampi e tuoni, come calcolare la distanza di un temporale

social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento