rotate-mobile
Politica

L'annuncio di Veneri: "In modo temporaneo, ma la Chimera tornerà ad Arezzo"

Il consigliere di Fratelli d'Italia: "La nostra mozione, con emendamenti, è stata approvata all’unanimità in Commissione Cultura. Quest'opera è un simbolo della città e del suo territorio"

“La mozione di Fratelli d’Italia, con emendamenti, è stata approvata all’unanimità in Commissione Cultura: anche se temporaneamente, la Chimera potrà tornare ad Arezzo”.

Lo annuncia il consigliere regionale di Fdi, Gabriele Veneri. “Sono stati anche approvati i progetti di valorizzazione della Chimera nella città di Arezzo con un’adeguata risonanza mediatica. La Chimera rappresenta un enorme volano culturale, turistico ed economico per l'intera provincia. Sono soddisfatto per aver portato all’attenzione del Consiglio regionale la questione della Chimera. Adesso dovremo lavorare con l’amministrazione comunale di Arezzo, e con gli altri organi competenti sul territorio, per creare degli eventi ad hoc e per dare massima visibilità a questo progetto. Come consigliere regionale, una delle mie principali attività è stata quella di dare valore all’identità aretina. La Chimera è un simbolo per Arezzo ed il suo territorio, avevo chiesto di riportarla in via definitiva o in maniera temporanea ad Arezzo. Abbiamo ottenuto un risultato importante anche se è prevalsa la seconda ipotesi: però potremo riavere l’opera bronzea nella città da cui proviene e che gli dà il nome. La Chimera è la massima rappresentazione della tradizione artistica e artigianale della città di Arezzo nella lavorazione dei metalli, che ancora oggi la rende la città leader in Italia e nel mondo in questo campo a livello artistico, artigianale e industriale. E’ uno dei simboli di Arezzo, nonostante sia conservata ed esposta a Firenze fin dal suo ritrovamento, presso il Museo Archeologico Nazionale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'annuncio di Veneri: "In modo temporaneo, ma la Chimera tornerà ad Arezzo"

ArezzoNotizie è in caricamento