rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Politica

Vaccino ai dipendenti comunali: l'auspicio del sindaco e dell’assessore al personale

Alessandro Ghinelli e Giovanna Carlettini chiedono di considerare tra le prime categorie da vaccinare quella dei dipendenti comunali che lavorano al pubblico

"La tematica dei vaccini sta entrando nel vivo. Contiamo - dichiarano Alessandro Ghinelli e Giovanna Carlettini - che quanto prima parta la campagna di somministrazione diffusa per uscire definitivamente dall’incubo pandemia."

Il primo cittadino e l'assessore al personale auspicano che tra le prime categorie che saranno vaccinate dopo i sanitari e gli ultraottantenni siano presi in considerazione anche i lavoratori del comparto pubblico, degli enti locali che lavorano agli sportelli ad esempio.

"In Italia, come noto, secondo una scala di priorità assunta come linea guida dagli stessi paesi europei, il vaccino inizialmente è stato somministrato a particolari categorie. Una volta terminata questa fase, giustamente riservata a specifici segmenti della popolazione che per professione o caratteristiche socio-anagrafiche sono state considerate “a rischio”, arriverà il momento della campagna a larga diffusione.

Riteniamo allora che dovrà essere preso in attenta considerazione un aspetto riguardante i dipendenti comunali che, per la natura delle loro mansioni, lavorano a contatto con il pubblico. E dunque, un vaccino in tempi rapidi agli stessi sarebbe a tutela degli utenti che si rivolgono agli uffici e del corretto svolgimento dei servizi erogati, fondamentali in un periodo come l’attuale."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino ai dipendenti comunali: l'auspicio del sindaco e dell’assessore al personale

ArezzoNotizie è in caricamento