rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
La querelle

Sarà fatta luce sui consiglieri comunali di Arezzo che hanno avuto incarichi in Estra e Coingas

Vertice di maggioranza: Ghinelli annuncia trasparenza spiegando che risponderà alla Lega. Il primo cittadino chiederà ai consiglieri che hanno avuto rapporti con le partecipate di farsi avanti. Ecco chi c'era all'incontro

"Al problema specifico posto dalla interrogazione della Lega sarà data risposta a seguito di una richiesta del sindaco ai consiglieri comunali nella piena tutela della onorabilità dei professionisti". Ecco il passaggio chiave del comunicato del sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli al termine del vertice di maggioranza chiarificatore, dopo le turbolenze degli ultimi giorni, con le tensioni tra Fratelli d'Italia da un lato e Lega e Forza Italia dall'altro. In sostanza, il primo cittadino spiega che alla Lega sarà data la risposta che vuole. E ancor più chiaramente viene sottolineato che dovranno essere proprio i consiglieri comunali che hanno recentemente avuto incarichi nelle partecipate - Estra e Coingas in particolare - a doversi fare avanti, qualora ci siano: il primo cittadino ha chiesto trasparenza affinché venga tutelata la "onorabilità dei professionisti".

Accolte le richieste di Lega e Forza Italia

Così la Lega sarà soddisfatta: aveva chiesto all'assessore Simone Chierici e al sindaco Alessandro Ghinelli trasparenza su eventuali incarichi delle partecipate affidati a consiglieri comunali di Arezzo negli ultimi 5 anni. Si ipotizza che nel novero degli incaricati ci siano anche politici locali afferenti al consiglio, cosa che - se verificata - la Lega ritiene inopportuna. A spalleggiare la Lega in questa operazione c'è anche Forza Italia. Tuttavia la richiesta aveva profondamente irritato FdI alla vigilia, peraltro, del rinnovo dei vertici di alcune partecipate aretine chiave. Al punto che FdI aveva annunciato che i propri rappresentanti avrebbero disertato l'aula consiliare fino al chiarimento tra le forze di maggioranza. Ad inasprire la situazione l'appello di FdI ai delusi di Lega e Forza Italia post Mattarella bis, a cui Carroccio e azzurri avevano risposto gelidamente.

Chi c'era all'incontro

A confrontarsi nel vertice di maggioranza c'erano, oltre al sindaco Ghinelli, la vice Lucia Tanti, Sandro Sarri, presidente della Fondazione Thevenin ed espressione di Ora Ghinelli, Francesco Macrì e il consigliere regionale Gabriele Veneri per Fratelli d'Italia, Bernardo Mennini per Forza Italia, Matteo Grassi e Paolo Enrico Ammirati per la Lega.

"L'incontro ha avuto esiti positivi - spiega la nota emessa a fine confronto, che intende dare rassicurazioni sulla tenuta della coalizione Ghinelli -. La maggioranza di centrodestra ne esce rafforzata e con identità di vedute sui temi più generali della politica e dell'amministrazione del capoluogo e del suo territorio. Al problema specifico posto dalla interrogazione della Lega sarà data risposta a seguito di una richiesta del sindaco ai consiglieri comunali nella piena tutela della onorabilità dei professionisti. Oggetto dell'incontro oltre al ribadito stile di governo trasparente, solido e coeso, sono stati temi di politica generale che segneranno l'impegno dell'amministrazione e di tutte le forze politiche che la sostengono, quali la multiutility, la stazione dell'alta velocità e l'assetto istituzionale degli enti locali conseguente alla incompleta applicazione della Del Rio e che vede il sindaco Ghinelli impegnato quale coordinatore nazionale della consulta delle città medie Anci che verranno sviluppati nei prossimi mesi".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarà fatta luce sui consiglieri comunali di Arezzo che hanno avuto incarichi in Estra e Coingas

ArezzoNotizie è in caricamento