Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Tiemme, botta e risposta Ceccarelli-Forza Italia sulla costruzione della gara regionale

L'esito provvisorio dell'apertura delle buste della gara europea per la concessione del servizio di trasporto pubblico locale in Toscana per i prossimi 11 anni ha scatenato le polemiche e le preoccupazioni. Grazie al ribasso di circa il 3%...

tiemme2

L'esito provvisorio dell'apertura delle buste della gara europea per la concessione del servizio di trasporto pubblico locale in Toscana per i prossimi 11 anni ha scatenato le polemiche e le preoccupazioni.

Grazie al ribasso di circa il 3% infatti per adesso risulta con un punteggio maggiore l'offerta che fa capo alla monopolista del Tpl nella città di Parigi, arriverebbe quindi seconda il progetto di Mobit, il consorzio che raggruppa le aziende di trasporto locale delle città di toscane tra cui la Tiemme.

ceccarelli-vincenzo1Numerose sono state le prese di posizione su questo esito del tutto inaspettato e che ha gettato preoccupazione negli autisti stessi.

Da un lato l

'assessore regionale Ceccarelli aveva stemperato dicendo che proprio la Regione Toscana con sue risorse si poneva come garante nei confronti dei livelli occupazionali rispondendo alla polemica di Forza Italia.

Ma adesso è la stessa Forza Italia che ribatte con una nota del coordinamento comunale

Francesco ContiVogliamo ringraziare l' Assessore regionale Ceccarelli per aver risposto prontamente alla nostra nota. Se un Assessore Regionale dello spessore e importanza di Ceccarelli si prende la briga di rispondere ad un coordinamento comunale, vuol dire che il tema da noi toccato ha preso nel nervo scoperto. Ma, la cosa strana, è che le cose che abbiamo detto noi sono molto simili a quelle affermate dalla CGIL e da molti altri soggetti interessati a vario titolo alla questione.

L'assessore si trincera dietro al bando di gara, sostenendo che al suo interno fosse presente tutto. Troppo facile dire questo. Anche perché Ceccarelli sa benissimo che non è così.

Non glielo abbiamo detto solo noi. Glielo hanno detto tutti, soprattutto le aziende toscane di trasporto, i sindacati e gli autisti.

Perché, allora, non ha fatto una identica nota contro la Cgil o gli altri che hanno manifestato dubbi e preoccupazioni come abbiamo fatto noi? Troppo facile dirsi meravigliato dalle critiche proprio da una forza che che è anche di matrice liberale.

Vogliamo ribadire con forza che le gare più efficaci sono quelle fatte dai liberali e non dagli ex comunisti come in Toscana.

Forza Italia è sì per il libero mercato, ma quella dei trasporti in Toscana è una gara sbagliata nella premessa, poiché snatura i territori e gli fa perdere il controllo e la programmazione del trasporto pubblico.

La soluzione migliore sarebbe stata quella di porre in essere gare di bacino, studiate in modo da valorizzare il ruolo del trasporto pubblico urbano ed extra-urbano. Ma non lo diciamo per partito preso, purtroppo abbiamo già subito una volta le promesse della sinistra in tema di trasporti. Con la vendita di ATAM gli unici a pagare sono stati gli autisti e i cittadini, che hanno visto peggiorare drasticamente i servizi. Anche stavolta abbiamo la preoccupazione, purtroppo fondata, che possa finire allo stesso modo. Ribadiamo tutte le nostre perplessità e dubbi, unite alla preoccupazione per gli autisti.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiemme, botta e risposta Ceccarelli-Forza Italia sulla costruzione della gara regionale

ArezzoNotizie è in caricamento