rotate-mobile
Politica

Un terzo mandato per i sindaci? Anche Ghinelli lo chiede. Donati: "Metta più impegno nel secondo"

A livello nazionale è partita da Anci, in maniera bipartisan, la richiesta di concedere la possibilità di candidarsi per la terza volta consecutiva

Via libera al terzo mandato per i sindaci dei paesi sotto i 5mila abitanti. Adesso c'è la legge. In provincia di Arezzo questo riguarda 3 comuni, Lucignano, Marciano della Chiana e Pieve Santo Stefano, cioé quelli che hanno tra i 3mila e i 5mila abitanti dove finora il primo cittadino poteva governare solo per due mandati consecutivi. Altri dodici invece avevano già la possibilità del terzo turno perché di dimensioni ancora più piccole, con meno di 3mila abitanti come Badia Tedalda, Caprese Michelangelo, Castel Focognano, Castel San Niccolò, Castiglion Fibocchi, Chitignano, Chiusi della Verna, Montemignaio, Monterchi, Ortignano Raggiolo, Sestino e Talla. 

Adesso la battaglia di Anci si è spostata sulle grandi città per ottenere il terzo mandato. Una mossa che è collegata strettamente al dimezzamento dei parlamentari approvato con il referendum costituzionale del 2020 e che avrà i suoi primi effetti alle prossime elezioni politiche visto che l'attuale legislatura scade proprio a marzo 2023. Al rinnovo, per i politici italiani, ci saranno a disposizione 348 posti in meno all'interno del Parlamento. A questo si somma anche il fatto che i sindaci, stante l'attuale legge, non possono candidarsi per il Parlamento, a meno che non si dimettano sei mesi prima della data delle elezioni. Insomma non saranno pochi i cosiddetti "esodati della politica"

I vertici di Anci, tra cui il vice presidente toscano dell'associazione che raggruppa i comuni Alessandro Ghinelli, premono per ottenere il terzo mandato anche per i comuni più grandi. A livello nazionale la battaglia è portata avanti in maniera bipartisan, pare grazie anche all'accordo raggiunto tra Pd e Lega, come scrive Claudio Bozza sul Corriere della Sera.

Accanto a Antonio Decaro, presidente Anci e sindaco di Bari ci sono quindi Giorgio Gori di Bergamo, Dario Nardella di Firenze, Clemente Mastella di Benevento, Emilio del Bono di Brescia e il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli che vede il suo secondo mandato scadere a ottobre 2025.

Sulla vicenda è arrivato subito il commento del consigliere comunale di Scelgo Arezzo Marco Donati: "Leggo di una proposta rivolta a chiedere al Parlamento di legiferare per consentire ai sindaci di fare anche un terzo mandato e leggo che tra i proponenti c’è anche il primo cittadino di Arezzo. Mi sento di suggerire al sindaco della nostra città, prima di parlare di terzo mandato, di iniziare a mettere un po’ più di impegno nel secondo". Una vena polemica rispetto alla presenza e all'impegno di Ghinelli in questi secondi 5 anni da sindaco secondo l'ex parlamentare aretino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un terzo mandato per i sindaci? Anche Ghinelli lo chiede. Donati: "Metta più impegno nel secondo"

ArezzoNotizie è in caricamento