“Taser: deterrenza e sicurezza. Il costo del certificato di idoneità medica a carico del Comune”

Gli operatori dotati di taser saranno quelli in possesso della qualità di agente di pubblica sicurezza e che dunque svolgono servizio con un’arma. Inoltre, potranno farlo dopo aver completato il necessario addestramento e superato un corso annuale di lezioni teorico-pratiche presso un poligono abilitato

La consigliera comunae di Fratelli d'Italia Giovanna Carlettini approva l'inserimento del taser come strumento di supporto dell'azione dei vigili urbani. Con un suo emendamento è stao inseirto anche il fatto che il certificato di idoneità che dovranno conseguire gli agenti sia pagato dal comune.

Giovanna Carlettini-2-2In merito alle pistole a impulsi elettrici, argomento di cui si è discusso nell’ultimo consiglio comunale, non è banale ricordare come sia una legge dello stato a dare ai capoluoghi di provincia la possibilità di sperimentarne l’uso. Stiamo dunque parlando di uno strumento che non è frutto della presa di posizione di un singolo comune ma di una riflessione che coinvolge l’intero paese. Dinanzi infatti alla recrudescenza di fenomeni di microcriminalità o di  violenza fisica che stanno interessando purtroppo i centri urbani, non possiamo lasciare gli agenti delle polizie locali in balia degli stessi e senza un’arma di deterrenza. Il taser è un mezzo di coazione che evita esiti come quelli che possono derivare da un’arma da fuoco e può impedire anche danni gravi agli agenti stessi: pensiamo se il vigile aretino recentemente aggredito e costretto al ricovero ne fosse stato dotato? Non possiamo trascurare l’aspetto fondamentale dell’incolumità degli operatori in divisa. A tutti loro e al comandante Cino Augusto Cecchini va il mio plauso per l’impegno quotidiano e per la predisposizione della delibera in questione, che ho avuto modo di conoscere e apprezzare in via preventiva, assieme agli altri membri, in qualità di presidente della commissione consiliare competente in materia di polizia locale. Arezzo è tra i primi comuni italiani a deliberare in tal senso.

Ulteriori aspetti: gli operatori dotati di taser saranno quelli in possesso della qualità di agente di pubblica sicurezza e che dunque svolgono servizio con un’arma. Inoltre, potranno farlo dopo aver completato il necessario addestramento e superato un corso annuale di lezioni teorico-pratiche presso un poligono abilitato. In questo modo si vedranno rilasciata idonea certificazione da parte di istruttori dell’Unione italiana tiro a segno. Questo come cornice giuridica che conferisce i giusti connotati di sicurezza all’operazione. E mi fa piacere che un mio emendamento sia diventato parte integrante del regolamento comunale: il costo del rilascio del certificato di idoneità rilasciato dal medico di famiglia dovrà essere a carico dell’amministrazione comunale e non del singolo agente. È giusto che il comune si faccia carico di questo costo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Così sono nate le 6000 sardine": storia di Giulia, l'aretina che ha creato con tre amici il movimento anti Salvini

  • La pioggia fa paura: allagamenti, frane e fiumi in piena. Una famiglia evacuata. Chiusa per ore l'A1

  • 4 Ristoranti ad Arezzo: ci siamo. Arriva Alessandro Borghese

  • Auto trascinata dalla corrente, vigili del fuoco al lavoro per il recupero

  • Allagamenti ad Arezzo: strade chiuse e piante crollate

  • Quanto dura il maltempo? Le previsioni meteo ad Arezzo per il weekend

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento