Tanti alla Regione: "Comuni sempre più soli per ritardi intollerabili, risorse certe per il sociale della città di Arezzo"

Forte appello da parte dell'assessore al sociale del Comune di Arezzo Lucia Tanti alla Regione Toscana sulle risorse che ancora non sono state quantificate per sostenere le politiche sociali della città capoluogo: "Come ho avuto modo di precisare...

lucia-tanti2-3

Forte appello da parte dell'assessore al sociale del Comune di Arezzo Lucia Tanti alla Regione Toscana sulle risorse che ancora non sono state quantificate per sostenere le politiche sociali della città capoluogo:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
"Come ho avuto modo di precisare nell’ultima seduta di Consiglio Comunale rispondendo ad alcune interrogazioni, siamo a metà 2018 e ancora, per l’anno in corso, la Regione Toscana non ha comunicato quante risorse, per le politiche sociali, destinerà al Comune di Arezzo e non solo. Ci muoviamo, quindi, senza certezze e senza soldi, nello specifico si fa riferimento sia al Fondo nazionale per le politiche sociali che al Fondo regionale. Insomma tutto pesa sulle spalle del Comune: servizi per anziani, minori, disagio sociale, nuove povertà, dovendo far fronte da soli alle necessità dei cittadini. Ho inviato una lettera all’assessore regionale per farle presente l’assoluta necessità di dare un segno e di farci sapere quando la Regione darà ciò che deve.

Se da una parte è crescente il disagio, se le nuove povertà si consolidano, se sempre più famiglie sentono il morso della crisi, dall’altra i Comuni sono costretti a fare da soli navigando a vista, non sapendo l’ammontare delle risorse, non potendo programmare, ricevendo soldi con almeno un anno di ritardo. Alla fine nemmeno il Comune più attento e solido potrà farcela. Dalla Regione, quindi, mi aspetto almeno di sapere quanto ritiene di destinare alla città di Arezzo e questo non è un piacere che chiedo, ma un diritto che ho nel solo interesse degli aretini. In fondo siamo a metà 2018 ed è inammissibile che da Firenze non si sappia nemmeno quanto ci spetta."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento