Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

Tanti al lavoro sul dimensionamento scolastico. Matrignano? "Restano aperte tutte le ipotesi"

L'assessore alla scuola Lucia Tanti è al lavoro per la revisione del dimensionamento scolastico della città di Arezzo. Risale al 2008 l'attuale suddivisione in sei istituti comprensivi. Adesso è il momento di fare una nuova fotografia soprattutto...

L'assessore alla scuola Lucia Tanti è al lavoro per la revisione del dimensionamento scolastico della città di Arezzo. Risale al 2008 l'attuale suddivisione in sei istituti comprensivi. Adesso è il momento di fare una nuova fotografia soprattutto alla luce del nuovo piano urbanistico della città che ne prevede quindi lo sviluppo.

"Regole e opportunità per il sistema educativo e scolastico : queste le parole chiave - ha dichiarato l'assessore Tanti - Sono consapevole che non sarà un percorso facile, ma è necessario e utile. Faremo in modo che tutti gli attori possano dirsi protagonisti. Una cosa e' certa: questa Giunta non mette la polvere sotto il tappeto, è finita l'epoca del "si farà". Le scelte coraggiose pagano. Forse non all'inizio, ma a lungo andare, sempre."

Di che tipo di lavoro si tratta?

"Si tratta di prendere lo stradario e leggerlo, incrociandolo con le residenze delle famiglie interessate ai servizi educativi. La legge prevede che ogni istituto comprensivo abbia da un minimo di 600 iscritti fino ad un massimo di 1200 con possibilità di derogare fino a 1600. E ci sono alcuni istituti che sono vicini al limite di 1600 come Tricca e Tortaia, mentre altri soffrono un po' la mancanza di iscritti."

Qual'è l'obiettivo di questo lavoro?

"Capire se c'è equilibrio nelle varie zone che corrispondono ai diversi istituti comprensivi e lo possiamo fare solo in stretta sinergia con altri uffici comunali come l'anagrafe e l'urbanistica. E' un lavoro che possiamo fare adesso che il piano urbanistico è stato approvato perché sappiamo in quale zona della città è previsto lo sviluppo di abitazioni e dove no."

Con chi portate avanti questo lavoro?

"Il cammino è lungo, in Comune abbiamo iniziato con la raccolta dei dati per fotografare la situazione attuale, ferma restando la popolazione scolastica 0-6 anni e i posti disponibili. Poi subito dopo Pasqua ci metteremo al tavolo con l'ufficio scolastico provinciale e i sindacati."

La questione di Matrignano è legata a questa analisi e possibile revisione del dimensionamento scolastico?

"No era già prevista a prescindere dalla condizione della scuola per l'infanzia l'Aquilone"

Ci sono novità?

"Per Matrignano aspettiamo notizie dalla Regione sul cambio di destinazione del finanziamento per una ricostruzione. In questa settimana la dirigente ha un incontro proprio a Firenze per questo."

C'è la volontà politica di farlo, magari con la bioedilizia?

"Tutte le ipotesi restano aperte, il nostro impegno è quello di non diminuire l'offerta, aspetti che ha confermato anche il sindaco Ghinelli quando ha incontrato il parlamentare aretino Marco Baldassarre, non lo dico solo io."

Resta in piedi l'appuntamento con i genitori che ne hanno fatto anche richiesta scritta?

"Certo abbiamo detto di trovarci ad un mese di distanza e così sarà, nei primi giorni di maggio, la data ancora non è stabilita, ma ci troveremo come concordato."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tanti al lavoro sul dimensionamento scolastico. Matrignano? "Restano aperte tutte le ipotesi"

ArezzoNotizie è in caricamento