Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Supermensa, Tanti: "Con il project pronti a un investimento di quasi 4 milioni di euro"

Torna anche la linea diretta con l'assessore: domenica prossima dalle 11,30 alle 12,30 telefonando al 345-0800400

Lucia Tanti

L'ultima proposta arrivata sul tavolo dell'assessore alla scuola, è una via di mezzo, alcuni genitori hanno presentato l'idea di mantenere 6 mense interne alle scuole, a servizio dei 6 istituti comprensivi. 

Continua il dibattito in città sul centro unico di cottura, un progetto inserito anche nel piano triennale delle opere pubbliche e che ha porpvocato le prosteste di numersoe famiglie che nel mese di dicembre si sono fatte sentire con strisiconi, sciopero, assemblee e costituzione di un comitato. L'idea di base per loro è quella di mantenere e ristrutturare le attuali 12 cucine interne alle scuole e magari riaprire le ultime chiuse come quelle di Fonterosa e San Giuliano.

E con il dibattito torna anche la linea diretta per parlare con l'assessore Tanti della supermensa. Domenica prossima dalle 11:30 alle 12:30

Le modalità sono le stesse delle scorse domeniche: è possibile chiamare il 345- 0800400 o mandare un sms.

"Rispondo a tutti. I numeri sono stati confortanti, circa 100 sms e oltre 10 telefonate in ciascuna occasione, e mi hanno indotto a pensare che questo metodo di confronto può essere riproposto nel 2019 su altri argomenti.

Restando però sull’attualità, ovvero la cosiddetta supermensa scolastica, posso dire che se con la prima domenica è stata la volta soprattutto dei genitori contrari all’ipotesi che l’amministrazione ha elaborato, ovvero un project di quasi 4 milioni di euro sostituendo molte delle cucine ‘vecchie’ più di 40 anni, progressivamente le persone che mi hanno contattato hanno voluto capire, entrare nel merito, ascoltare i presupposti del progetto dell’amministrazione e le sue finalità. Molti anche suggerimenti e proposte che stiamo valutando. Questi cittadini hanno dato il loro contributo con un approccio costruttivo: di questo li ringrazio.

In sostanza, mi pare che il fronte delle famiglie sia molto più variegato di quanto un gruppo di esse voglia fare credere e che il confronto proficuo generi consapevolezza: la consapevolezza che sta facendosi strada in città sul fatto, ad esempio, che la supermensa ridurrebbe un numero già esiguo di cucine, rispetto alle scuole da servire, che questa comincerebbe a funzionare con l’anno scolastico 2020/2021 e che gli intenti che ci guidano sono migliorare il servizio rafforzandone gli aspetti di qualità, sicurezza e maggiore opportunità per le famiglie. Saranno sempre questi ultimi a guidarci quando, dopo una valutazione sulla fattibilità concreta delle proposte, prenderemo la decisione definitiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Supermensa, Tanti: "Con il project pronti a un investimento di quasi 4 milioni di euro"

ArezzoNotizie è in caricamento