menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nodo stadio e contributi al club di calcio. Le domande dell'opposizione a Castelfranco

Tutto ruota attorno ad una mozione non affrontata nell'ultimo consiglio comunale dell'anno

L'opposizione va all'attacco a Castelfranco e il nodo è quello della squadra di calcio e dello stadio. Tutto ruota attorno ad una mozione non affrontata nell'ultimo consiglio comunale con la quale venivano chieste spiegazioni in merito alla concessione dello stadio alla squadra di calcio, rea di avere alcune pendenze nei confronti dell'ente.

La nota della lista civica Castelfranco Piandiscò

Nel consiglio comunale di ieri sera, che ha chiuso il 2020, la lista civica Castelfranco Piandiscò ha presentato una mozione che il sindaco, appellandosi al regolamento, non ha voluto neppure affrontare. A nostro avviso le cose urgenti e scottanti come queste dovrebbero essere il cuore di un consiglio comunale ed affrontarle per risolverle un atto dovuto, purtroppo a Castelfranco Piandiscò non è così. 

La mozione, inerente l'affidamento di strutture sportive ad associazioni e società dilettantistiche, vede coinvolta la storica Fulgor Castel  che non ha potuto partecipare al bando per l'assegnazione del campo Sportivo comunale "O.Nardi" di Castelfranco in quanto il bando stesso la escludeva per un presunto debito col comune. Le due cose non possono essere connesse: il diritto è indipendente dal recupero dei crediti, soprattutto in una pubblica amministrazione soprattutto su beni pubblici. Quale società dilettantistica non ha diritto ad un contributo del comune? Il debito proviene da una imposizione, a nostro avviso illegittima e vessatoria, del bando di assegnazione di cui il comune si dota per eredità della gestione ante comune unico. A Piandiscò l'uso pubblico e gratuito di strutture realizzate con i soldi dei cittadini non era contemplato. O meglio non è contemplato tutt'ora, salvo eccezioni che fanno comodo di volta in volta all'amministrazione. Insomma un metodo clientelare! Solo alcuni vengono discriminati.

La Lista Civica ha inteso richiamare il sindaco alla legalità, alla giustizia ed alla parità di trattamento fra attività ricreative del territorio. Ha chiesto espressamente che lo Stadio in questione sia affidato senza indugi alla Fulgor Castelfranco che svolge un servizio pubblico ricreativo e educativo come tutte le realtà di questo genere. I consiglieri della Lista Civica hanno anche evidenziato per voce di Morbidelli che dall'esperienza di anni di sindaco ha fatto espliciti riferimenti a quando il comune di Castelfranco elargiva contributi e dava  gratuitamente, anzi, addirittura pagando parte delle spese di gestione, lo stadio comunale alla US Fulgor favorendo altresì tutte le associazioni.

Ci è dispiaciuto che la maggioranza in consiglio non abbia avuto la sensibilità per affrontare subito la mozione che tratta un tema che investe l'associazionismo in tutte le sue forme, come richiama la stessa mozione. Dispiace anche perché si sarebbe da subito dovuta comporre una commissione consiliare che dirimesse una questione così delicata per separare l'aspetto economico dal diritto a utilizzare strutture fatte coi soldi della comunità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Sono stato tradito da mia moglie. E adesso?

  • Cucina

    I fiocchi di Carnevale

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento