Politica

M5S: "Quale futuro per lo stadio comunale di Arezzo?"

"Il nostro atto di indirizzo è stato pensato per capire quale idea avesse la maggioranza sulla gestione dello stadio, impianto che non versa in buone condizioni, in modo da poter arrivare preparati e con le idee chiare"

"Finita (da un bel pò) la campagna elettorale, restiamo in attesa dei fatti". Inizia così l'intervento del Movimento 5 Stelle che, all'indomani dell'ultimo consiglio comunale, torna ad affrontare il tema riguardante il futuro prossimo dello stadio comunale Città di Arezzo.

"All’ultimo consiglio comunale prima della pausa estiva, per l’ennesima volta la maggioranza, appena espletate le pratiche della Giunta, ha abbandonato l'aula quando ancora c’erano da discutere gli atti di indirizzo proposti sia dalla minoranza, ma anche dalla maggioranza stessa. Il Movimento 5 Stelle ha portato all'attenzione del consiglio comunale una proposta sullo stadio comunale, reperibile nell’albo pretorio.

È un atto aperto alla discussione che invece ha trovato da subito una netta chiusura da parte della maggioranza e dell'assessore allo sport. Sono state in particolare le parole di quest'ultimo a scaturire il nostro disappunto. Egli, con fare supponente (impari da altri suoi colleghi assessori il rispetto che si deve alle minoranze), ci ha invitato a studiare altre convenzioni per dimostrare che quella attuale che riguarda lo stadio è un’ottima soluzione. Noi abbiamo fatto i “compiti a casa”, caro assessore, e così possiamo affermare che non eravamo noi quelli “poco preparati”. La convenzione che riguarda il palazzetto Mario D'Agata, per esempio, permette al Comune di poterne usufruire per 30 giorni all'anno mentre per lo stadio comunale solo per 10. Il nostro atto di indirizzo è stato pensato per capire quale idea avesse la maggioranza sulla gestione dello stadio, impianto che non versa in buone condizioni, in modo da poter arrivare preparati e con le idee chiare, dopo un serio confronto, al rinnovo della concessione. In questi giorni, tra l’altro, abbiamo appreso che l'attuale gestore dello stadio ha acquistato il Galileo Palace Hotel a Rigutino: questo potrebbe essere un ottimo motivo, per noi, per capire che intenzioni ha sullo stadio comunale ed intavolare da subito un discorso che potrebbe aprire prospettive interessanti per la città. Amministrare, per il Movimento 5 Stelle, significa ascoltare tutte le parti, con l’unica differenza che è poi la maggioranza che prende le decisioni. È finito il tempo della campagna elettorale, ora la cosa migliore è quella di fare il bene di Arezzo e degli aretini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S: "Quale futuro per lo stadio comunale di Arezzo?"

ArezzoNotizie è in caricamento