Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

"Chiassai valuti bene la prossima presidente della commissione Pari Opportunità"

Sul caso di Rossella Angiolini, dimessasi dal ruolo di presidente della commissione Pari Opportunità della Provincia dopo un post sessista, intervengono anche le donne della Spi Cgil

chiassai

Sull'affaire Angiolini, dimessasi dal ruolo di presidente della commissione Pari Opportunità della Provincia dopo un post sessista, intervengono anche le donne della Spi Cgil. "La commissione Pari Opportunità della Provincia di Arezzo non ha più una presidente. Non è chiara la procedura: Silvia Chiassai ha dichiarato di aver chiesto le dimissioni di Rosella Angiolini la quale, a sua volta, ha detto di essersi non solo dimessa ma di aver 'insistito' per farlo. Dettagli.  Rimane il fatto che la sua designazione non era stata, probabilmente, una scelta saggia".

La nota prosegue: "Condividiamo la affermazioni di Rossella Angiolini: 'sono uno spirito libero e l'uso di una terminologia soft non è nelle mie corde'. Sembra di capire che l'ex presidente rivendichi una coerenza nel suo linguaggio e nei suoi comportamenti. Una coerenza prevedibile che avrebbe dovuto tenerla lontana dalla presidenza di una commissione nella quale non è pensabile definirsi spirito libero e poi qualificare come zoccole altre donne, colpevoli solo di avere un pensiero e una storia diversi dal suo.

Chiediamo quindi alla presidenza della Provincia di valutare con attenzione la sua prossima scelta per le Pari Opportunità. Evidentemente i soli criteri di appartenenza politica non sono sufficienti. Chiediamo che sia posta particolare e determinante attenzione alla sensibilità culturale e all'impegno dimostrato sui temi che sono propri della commissione Pari Opportunità. Senza dimenticare criteri che dovrebbero essere ovvi quali disponibilità al dialogo, ricerca e capacità di confronto, linguaggio sobrio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Chiassai valuti bene la prossima presidente della commissione Pari Opportunità"

ArezzoNotizie è in caricamento