Spari al ladro in casa? La Lega propone un fondo per gli aretini accusati di eccesso di legittima difesa

L’istituzione anche nel Comune di Arezzo di un fondo per offrire patrocinio legale alle persone accusate di eccesso di legittima difesa dopo aver subito furti o rapine. Lo propone il gruppo consiliare di Arezzo della Lega Nord, con un atto di...

casi-tiziana

L’istituzione anche nel Comune di Arezzo di un fondo per offrire patrocinio legale alle persone accusate di eccesso di legittima difesa dopo aver subito furti o rapine. Lo propone il gruppo consiliare di Arezzo della Lega Nord, con un atto di indirizzo che sarà messo all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Le cronache – dichiara il capogruppo consiliare Tiziana Casi – riportano notizie di cittadini e proprietari di attività commerciali che per aver reagito a tutela della propria persona, della famiglia o dei beni sono costrette a subire annose vicende giudiziarie con l’imputazione di eccesso colposo di legittima difesa. Si tratta di un fenomeno che deve porre al centro dell’attenzione delle forze politiche il tema della squilibrio tra gli autori dei reati, che a volte usufruiscono perfino di benefici di legge, e le vittime dei reati stessi. In questi ultimi giorni il Governo ha presentato una prima proposta normativa finalizzata a rivedere la vigente legislazione in merito alla legittima difesa. È presumibile attendersi che la sua approvazione non potrà avvenire prima di un certo periodo di tempo, anche in ragione delle numerose modifiche che potrebbero essere apportate al testo originario per superare le criticità evidenziate da più parti. Vogliamo perciò impegnare il sindaco e la giunta a istituire, fino all’approvazione definitiva del provvedimento sopra citato, un apposito fondo nel bilancio del Comune che serva a sostenere le spese legali in cui incorrono vittime della criminalità accusate di eccesso colposo di legittima difesa o di omicidio colposo.

L’ammissione al patrocinio legale a spese del Comune – così conclude l’atto di indirizzo – dovrebbe essere valida per ogni grado di giudizio e per tutte le eventuali procedure, derivate e incidentali, nel limite del 50% delle spese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento