Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica Via Galileo Ferraris, 1

"Restituiamo lo skate-park ai ragazzi, basta sprechi e parole senza fatti”

Gli under 30 di Arezzo in Azione lanciano un appello al Comune: "La struttura di via Ferraris è inagibile. Bisogna fare qualcosa"

"In questi giorni, come ormai da molti mesi, ascoltiamo spesso numerose segnalazioni dei residenti riguardo la presenza di vari gruppi di ragazzi che occupano luoghi pubblici, piazze o marciapiedi, come ad esempio i portici o piazza Sant’Agostino, per andare sullo skate, incuranti dell’uso dello spazio pubblico e dell’inadeguatezza di tali posti per questo tipo di pratica sportiva, risultando a loro volta un pericolo sia per loro stessi che per i passanti e residenti.

Arezzo in Azione invita la cittadinanza, giustamente e legittimamente allarmata, a un ragionamento costruttivo e pragmatico uscendo dai facili paternalismi che vengono spesso di pari passo con segnalazioni di questo tipo. Qual è la vera causa di questo abusivismo? Il fatto è che semplicemente in questo momento Arezzo non ha un luogo adibito alla pratica dello skate, o meglio il luogo ci sarebbe, ma è completamente dismesso e inagibile.

Osservando i blog e siti web ancora attivi, lo Skate-park in via Galileo Ferraris sembra più che funzionante, ma, andando in loco, lo stato dei fatti è ben altro che decoroso: marciume, attrezzature in deperimento, erbe alte e spazzatura. Questo è lo stato dell’unico Skate-Park di Arezzo ormai dal 2018, quando la struttura era stata chiusa per ristrutturazione. Dopo di che non è ben chiaro cosa sia accaduto: il timore è che questo risulti essere stato l’ennesimo investimento abbandonato a sé stesso, con spreco di risorse e con il lamentarsi poi se i giovani con lo skate corrono sotto i Portici o in Piazza della Stazione.

L’intento di Arezzo in Azione non è solo ricordare nuovamente all’amministrazione lo stato di totale degrado dello Skate-park di Arezzo in Via Ferraris, ma anzitutto chiedere intenzioni e tempistiche chiare sulla riqualificazione ed apertura di un luogo di grande socialità giovanile. Siamo al corrente delle dichiarazioni dell’assessore allo sport e alle politiche giovanili, ma a tutela degli aretini chiediamo maggiore certezza e concretezza.

Arezzo in Azione chiede inoltre all’amministrazione di condividere lo stato attuale dei lavori conseguenti alla delibera di giunta del 13 aprile per l’affidamento ad associazioni di questa struttura sportiva. A poco serve richiamare l’importanza della “Promozione della cultura sportiva” o l’urgenza (non solo da aprile scorso, ma da anni ormai) di creare un “Gruppo di lavoro trasversale” per la sua gestione: chiediamo intenzioni pragmatiche e tempistiche chiare per la riapertura del parco. Non ci si può nel caso nascondere dietro un "Nessuno si è fatto avanti", piani gestionali precisi sono dovere verso la cittadinanza che assiste al progressivo abbandono di tanti suoi cari luoghi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Restituiamo lo skate-park ai ragazzi, basta sprechi e parole senza fatti”

ArezzoNotizie è in caricamento