Politica

Sit in al casello A1 contro i rincari delle tariffe autostradali: la protesta della Lega Nord

Sabato 20 gennaio dalle 14 si è svolto il sit-in, organizzato dal Movimento Giovani Toscani della Lega insieme al Movimento Identità Umbra e alla Lega Provinciale di Arezzo, presso il casello autostradale di Battifolle-Arezzo, per protestare...

AR CASELLO

Sabato 20 gennaio dalle 14 si è svolto il sit-in, organizzato dal Movimento Giovani Toscani della Lega insieme al Movimento Identità Umbra e alla Lega Provinciale di Arezzo, presso il casello autostradale di Battifolle-Arezzo, per protestare contro i rincari delle tariffe autostradali applicati dal governo Gentiloni.

Il sit-in si è svolto per tutto il pomeriggio in maniera ordinata con il volantinaggio effettuato tra gli automobilisti che si recavano all'imbocco dell'autostrada. Le forze dell'ordine, polizia, carabinieri e polizia municipale hanno presieduto la manifestazione.

"Abbiamo deciso di fare questo presidio contro l'ennesima stangata che i cittadini italiani hanno subito, a fronte di un Partito Democratico che continua a dire soltanto bugie riguardo all'abbassamento delle tasse e alla ripresa del lavoro in questo paese, mentre su ciò di cui tutti noi necessitiamo applica aumenti inconcepibili - commentano il segretario dell'Mgp Toscana Federico Bussolin e Riccardo Augusto Marchetti, Coordinatore di Identità Umbra - Questo rincaro non penalizza solamente i turisti che vengono a visitare le bellezze artistiche e paesaggistiche del nostro paese ed in particolare della Toscana e dell'Umbria, ma grava soprattutto sulle famiglie di quei lavoratori che tutti i giorni utilizzano l'autostrada, nello specifico la A1, per recarsi a lavoro, sulle famiglie degli autotrasportatori, che già di per sé fanno un lavoro massacrante e che si vedono così ulteriormente penalizzati insieme alle loro imprese".

Alla manifestazione era presente anche il segretario provinciale della Lega di Arezzo Nicola Mattoni insieme al consigliere regionale Marco Casucci che hanno commentato così la manifestazione:

"Ringraziamo enormemente i nostri fratelli umbri e tutto l'Mgp Toscana, per aver organizzato questa manifestazione nel nostro territorio. Siamo stanchi di questo governo che fa pagare sempre di più i lavoratori e le categorie più deboli di questa nostra società. Siamo stanchi dell'anormalità che si è diffusa grazie al PD. Noi diciamo "Basta!". Occorre tornare alla normalità e per fare questo occorrono anche questo tipo di manifestazioni. Ma occorre soprattutto che alle prossime elezioni i cittadini manifestino questa voglia di cambiamento votando Salvini come premier. Con lui meno tasse, più lavoro e tutele agli italiani".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sit in al casello A1 contro i rincari delle tariffe autostradali: la protesta della Lega Nord

ArezzoNotizie è in caricamento