Politica

Sicurezza, spaccio e baby gang. Ora Ghinelli replica a Scelgo Arezzo: "Attacchi privi di fondamento"

La replica del gruppo di maggioranza in consiglio comunale ai componenti di Scelgo Arezzo

"Questo modo di far politica cercando di innescare un problema al giorno per andare sui giornali a dire qualcosa non ci piace e non ci appartiene". Sono i consiglieri di maggioranza Ora Ghinelli 20-25 ad intervenire pubblicamente in seguito alle posizioni espresse dai colleghi di opposizione appartenenti al gruppo Scelgo Arezzo. Questi ultimi, recentemente, hanno lamentano problematiche riguardanti la sicurezza in città e la mancanza di progetti per i giovani. 

"Ogni sondaggio nazionale indica una flessione della sicurezza percepita ed un aumento del senso del degrado, ma la genesi di queste situazioni non sono certo da ricercarsi ad Arezzo - replicano dai banchi di maggioranza - Ora Ghinelli 20-25 come, riteniamo, ogni membro di questa maggioranza, ha sempre preferito un profilo corretto, corredato da fatti e nel solco della realtà. In agosto abbiamo dovuto svelare le molte inesattezze dette sui tablet ed oggi non possiamo tacere sulla questione della sicurezza e del degrado farcito da frasi imbarazzanti sull'utilizzo dell'unico drone durante la pandemia Covid 19. Durante le fasi più acute del lockdown l'amministrazione comunale di Arezzo con regolare impegno di spesa, come tante altre Città italiane, ha impiegato l'uso dei droni per garantire il contenimento dell'emergenza epidemiologica così da consentire interventi immediati del personale della Polizia Municipale ed evitare assembramenti. Affermare che il drone è servito al controllo dei runner non solo è stato molto riduttivo ma anche carente di argomentazioni. Ad oggi ricordiamo che l'amministrazione comunale di Arezzo ha acquistato un drone e già formato un operatore all'interno della Polizia Municipale con regolare patente per la guida e l'utilizzo. Per quanto riguarda l'attività antidegrado, preme precisare che il servizio è già attivo con personale addetto, arricchito da una postazione mobile a disposizione dei cittadini in tutte quelle zone a rischio degrado. Per quanto riguarda le baby gang, tutte le forze dell'ordine, compresa la Polizia Municipale, stanno lavorando in sinergia per l'individuazione dei responsabili, problematica da tenere sotto controllo visto la situazione anche di altre realtà sociali. Ma di questi argomenti chi ha permesso a Renzi mentre era al Governo del Paese di non fermare flussi di immigrati spesso clandestini lo sa bene. Concludiamo dicendo che in piena crisi sanitaria ed economica attaccare il nostro servizio di Polizia Municipale, impegnato su tutti i fronti e su tutte le problematiche inerenti assembramenti, controlli quarantene, movida, tamponi, green pass, à solo mancanza di rispetto verso una forza dell'ordine. Tutti possiamo portare un contributo a migliorare e fare sempre meglio, qualcuno inizi a farlo senza cercare di buttare benzina sul fuoco perché prima o poi la benzina finisce ed il fuoco si spenge lasciando il famoso cerino in mano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, spaccio e baby gang. Ora Ghinelli replica a Scelgo Arezzo: "Attacchi privi di fondamento"

ArezzoNotizie è in caricamento