Assalti alle poste e numerosi furti, Fratelli d'Italia Arezzo sulla sicurezza: "Solo percezione o cruda realtà?"

Il coordinamento provinciale del partito di Giorgia Meloni interviene dopo gli ultimi episodi di cronaca che si sono registrati in città

Fratelli d'Italia Arezzo interviene sugli ultimi episodi di cronaca che sono avvenuti in città con i due uffici postali presi d'assalto, il furto alla cantina sociale, vari furti in negozi e appartamenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In questi giorni stiamo riscontrando notizie di cronaca allarmanti sul grado percepito di sicurezza che affligge la nostra città e la provincia. Due uffici postali assaltati, il colpo alla cantina sociale, due persone aggredite in zona Giotto, record di furti nei negozi del centro, raffica di furti in appartamenti, senza dimenticare le numerose segnalazioni di degrado che continuamente rimbalzano nei vari social dai semplici cittadini, ormai stanchi anche solo di segnalare, figuriamoci denunciare. Comprendiamo che purtroppo le forze dell’ordine siano demoralizzate: un sistema che non ci tutela abbastanza dai criminali rende vani gli sforzi delle forze dell'ordine a servizio della comunità. Vanno cambiate le politiche nazionali della sicurezza assicurando adeguate regole d’ingaggio. 
Allo stesso tempo ci chiediamo se questa percezione di insicurezza che ci attanaglia, sia solo da attribuire alla nostra immaginazione o se realmente la situazione sia grave e meriti più attenzione.  Come FdI Arezzo metteremo in pratica tutte iniziative di sollecitazione degli organi preposti alla sicurezza, ma sono inefficaci se questi fatti vengono declassati a semplice percezione e non a un reale problema da affrontare con gli adeguati sistemi, rimandando alle statistiche: la Prefettura e la Questura devono muoversi il prima possibile e attivarsi maggiormente. Certo è che solo un governo nazionale di destra/centro potrà fare una politica di tutela della nazione, dopo che i decreti salviniani sono stati prima annacquati dal movimento cinque stelle e ora saranno smontati dal governo del Pd. La popolazione deve dare a FdI la forza politica e la possibilità di tutelare la sicurezza e la legalità in Italia, in Toscana e ad Arezzo: votando Pd o M5S le cose possono solo peggiorare, un voto ad altri partiti, come già accaduto, non è certo che vada a far formare un governo di destra/centro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. I dati

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento