Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Segreteria Pd. Ricci: "Pronto a confrontarmi per coinvolgere ogni risorsa del partito"

"Ho accolto il messaggio lanciato in questo fine settimana dal segretario Dindanali". Lapidaria quanto inequivocabile la risposta di Albano Ricci, attuale assessore del Comune di Cortona e aspirante segretario provinciale per il Partito...

ralli-dindalini-ricci

"Ho accolto il messaggio lanciato in questo fine settimana dal segretario Dindanali".

Lapidaria quanto inequivocabile la risposta di Albano Ricci, attuale assessore del Comune di Cortona e aspirante segretario provinciale per il Partito Democratico di Arezzo. Il riferimento è al messaggio inviato all'attuale numero uno del Pd provinciale Massimiliano Dindalini e che Ricci ha voluto condividere sulla propria pagina Facebook.

"Il senso di appartenenza ad una comunità è più grande delle aspirazioni personali.

Era importante, partendo dal documento proposto dal Segretario Dindalini e votato dall'attuale direzione all'unanimità nel 2016, trovare una sintesi programmatica tra le varie sensibilità del PD.

Occorre proporre agli iscritti un programma di radicale rilancio del partito per dare nuovo slancio all'azione sul territorio anche a fianco degli amministratori. Questo era il senso della mia candidatura.

Se non è utile al raggiungimento dell'obbiettivo sono disponibile ad aprire un ragionamento nell'ottica che il Segretario chiede confrontandosi per coinvolgere ogni risorsa disponibile".

Domani nel frattempo, scadono i termini utili alla presentazione delle candidature per ricoprire il ruolo di segretario provinciale.

"Staremo a vedere - ha aggiunto Ricci - cosa accadrà domani sera".

Ad oggi i nomi in lizza che si sono rincorsi sono due: quello dell'assessore cortonese e quello di Luciano Ralli capogruppo Pd in consiglio comunale.

La presa di posizione di Albano Ricci arriva all'indomani dell'appello lanciato da Dindalini che aveva sottolineato come: "in questo momento il Pd abbia bisogno della massima unità per affrontare le sfide della prossima primavera, sfide politiche e amministrative. Apprezzo il valore e la volontà di Luciano e di Albano di dare il proprio contributo, ma in questo momento non riescono a dare un messaggio che unifichi il partito. Come segretario provinciale eletto in modo unitario faccio questo appello consapevole che le divisioni e le correnti sono adesso un disvalore. Chiedo a loro di farsi parte attiva, ma anche di fare un passo indietro per il bene del Pd e di trovare insieme una soluzione unitaria che dia entusiasmo e nuova energia al nostro partito".

Un richiamo all'unità arrivato subito dopo la presa di posizione da parte della frangia 'Orlandiana' del partito aretino che aveva a sua volta dichiarato di appoggiare Luciano Ralli sostenendo che: "Il nostro impegno è finalizzato a rendere il congresso del Pd occasione fondamentale di confronto tra tutti gli iscritti in una logica che faccia prevalere le idee sulle magliette indossate dai candidati. La nostra aspirazione era per una soluzione unitaria ma sono prevalsi atteggiamenti tradizionali nell'area renziana che hanno prodotto una diversa gerarchia di valori: prima il candidato, ovviamente non discutibile e quindi il programma sul quale avremmo potuto dire la nostra. Anche in questo caso si è quindi manifestata un'impostazione basata non su idee e creatività politica ma sulla semplice affermazione e dimostrazione dei rapporti di forza. Impostazione che, fortunatamente, non appare più monoliticamente condivisa all'interno di questa stessa area".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segreteria Pd. Ricci: "Pronto a confrontarmi per coinvolgere ogni risorsa del partito"

ArezzoNotizie è in caricamento