"Screening di massa, bene l'iniziativa del Comune di Arezzo"

Il capogruppo di Fratelli d'Italia Francesco Lucacci, a nome dei consiglieri comunali del partito, plaude all'annuncio del sindaco Alessandro Ghinelli, che ha dichiarato di voler provvedere ad uno screening di massa della cittadinanza aretina

Francesco Lucacci, FdI

Il capogruppo di Fratelli d'Italia Francesco Lucacci, a nome dei consiglieri comunali del partito, plaude all'annuncio del sindaco Alessandro Ghinelli, che ha dichiarato di voler provvedere ad uno screening di massa della cittadinanza aretina, acquistando i test sierologici e realizzando così una campionatura completa dell'attuale situazione epidemiologica del Covid-19.

"I numeri della diffusione del contagio nella nostra città sono preoccupanti - dicono da FdI - e non è con le chiacchiere che si può riuscire a mettere un freno all'aumento vertiginoso del numero di persone in isolamento, in quarantena o addirittura ricoverate nelle strutture sanitarie, che stanno ormai raggiungendo i limiti del collasso. Proprio per questo si è resa necessaria la creazione, in collaborazione con l'azienda sanitaria, della task force che si dovrà occupare della gestione dell'emergenza nelle prossime settimane.

Si rende infatti sempre più necessario il corretto e tempestivo tracciamento dei positivi, per raggiungere un modello di gestione vincente che permetta di uscire dalla crisi. Non è però possibile puntare a questi risultati, senza che venga rilevata la reale dimensione del problema. E' per questo che Fratelli d'Italia è assolutamente d'accordo con il nostro sindaco Alessandro Ghinelli e con l'assessore Lucia Tanti, che hanno deciso come l'amministrazione debba farsi carico dell'acquisto dei test necessari allo screening di massa della popolazione, che permetterà di identificare tutti i positivi asintomatici. Verrà anche messa a disposizione dall'amministrazione una sede dedicata alle operazioni di rilevamento, permettendo una più facile e rapida organizzazione di tutta la filiera di controllo.

La priorità deve infatti essere quella di scongiurare un vero e proprio lockdown come quello cui siamo tutti stati costretti nella primavera scorsa. Il gruppo consiliare di Fratelli d'Italia e tutta l'amministrazione comunale hanno ben presente quanto l'economia cittadina abbia già risentito in modo molto pesante dei mesi di chiusura, ora occorrono fatti e rapidità, per evitare che un nuovo provvedimento faccia saltare il banco delle nostre imprese già in ginocchio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento