rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica Centro Storico / Viale Piero della Francesca

"Il Comune di Arezzo perde i bandi perché fa progetti di scarsa qualità"

Dopo il caso dell'ex scalo merci, l'opposizione di Scelgo Arezzo attacca la giunta: "Non solo siamo fuori dalle graduatorie, ma anche a grande distanza dalle altre realtà. La giunta Ghinelli si faccia aiutare sia dalla minoranza che dai professionisti che sanno eccellere"

“Un altro bando a vuoto e l’ennesima occasione persa per la nostra città. Preoccupati per la qualità dei progetti presentati dalla Giunta Ghinelli”. Fa discutere il mancato inserimento del progetto aretino della New Public Library tra quelli selezionati dalla Regione Toscana per l'avvio di un percorso che avrebbe potuto portare a un finanziamento dell'80% per la riqualificazione dell'area dello scalo merci attigua alla ferroviaria di Arezzo. L'intervento è dei consiglieri di opposizione di Scelgo Arezzo, Marco Donati e Valentina Sileno. Un botta e risposta aperto con l'amministrazione che, con la vice sindaca Lucia Tanti, ha cercato di difendere la bontà del progetto aretino, rimarcando come la Regione abbia premiato 9 proposte su 10 di amministrazioni di centrosinistra.

Il mancato finanziamento

Il progetto aretino non è stato inserito tra i dieci regionali di rigenerazione urbana selezionati nella manifestazione di interesse, chiusa il 31 marzo, per l’ammissione al programma europeo Fesr, Fondo europeo di sviluppo regionale 2021-2027. Il Comune aveva presentato un piano per il futuro dell'ex scalo merci dove sarebbe dovuta sorgere la "New Public Library", centro di cultura, intrattenimento, socialità e relax. Un progetto da quasi 10 milioni (9.707.500 euro): se fosse stato idoneo, sarebbe stato finanziato dall'Europa per l'80% dell'importo con quasi 8 milioni (7.766.000 euro), ulteriormente incrementabili rispettando determinati parametri di sostenibilità.

Come è andata in provincia

In provincia di Arezzo sono tre i progetti che avevano partecipato alla manifestazione d'interesse regionale. Oltre a quello di Arezzo, c'erano anche quello di San Giovanni Valdarno e quello collettivo dei comuni di Subbiano, Civitella in Valdichiana, Capolona e Castiglion Fibocchi. Il primo è riuscito a rientrare nel novero dei progetti selezionati, finendo quinto nella graduatoria toscana con un punteggio di 75, a pari merito con Prato. Meglio avevano fatto solo Follonica (prima con 80), Siena (78), Poggibonsi (77), Lucca (76). Tutti i progetti premiati hanno ottenuto un punteggio di almeno 72 punti. Arezzo ha ottenuto 48, finendo al 33esimo posto su 46. Subbiano, Civitella in Valdichiana, Capolona e Castiglion Fibocchi avevano invece candidato il progetto "Rigenerazione integrata per strutture pubbliche e servizi nei Comuni periferici della città di Arezzo", che ha ottenuto un punteggio di 40, finendo al 42esimo posto.

Scelgo Arezzo: "Non è l'unico caso, progetti di scarsa qualità"

“Siamo tra coloro i quali, ogni qualvolta la città perde un’opportunità di riqualificazione o di sviluppo economico e sociale, sono seriamente dispiaciuti", dicono Donati e Sileno. Che aggiungono: "Arezzo resta fuori dal lotto dei dieci progetti che saranno finanziati grazie al programma europeo Fesr 2021-2027 con il piano per la riqualificazione dell’ex scalo merci e questa è davvero una cattiva notizia. Ma c’è una notizia ancora peggiore. Il gruppo consiliare di Scelgo Arezzo ha analizzato nell’ultimo anno le graduatorie di molti dei bandi europei, nazionali o regionali nei quali l’amministrazione comunale ha deciso di concorrere. Bene, non c’è solo un comune denominatore ricorrente, ovvero che l'amministrazione di questa città esce sconfitta in quasi tutte le graduatorie più importanti, ma ricorre anche la grande distanza in termini di punteggio che ci separa dalle altre città. Che denota la scarsa qualità dei progetti presentati. Il nostro gruppo consiliare da tempo invita l’amministrazione ad aprirsi e a cercare il contributo delle minoranze e dei tanti cittadini aretini che hanno dimostrato di eccellere in numerose professioni e sono in grado di dare alla Giunta Ghinelli un supporto di qualità. La città non può continuare a perdere continuamente risorse e opportunità”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Comune di Arezzo perde i bandi perché fa progetti di scarsa qualità"

ArezzoNotizie è in caricamento