Politica

Sansepolcro, petizione contro i pesticidi in consiglio comunale. 60 giorni poi la delibera

Il Consiglio Comunale di Sansepolcro ha finalmente parlato di pesticidi. Il tema tabù di questi mesi è ora argomento di discussione anche all’interno dell’istituzione cittadina. Grazie alla petizione “Finalmente liberi dai veleni”, illustrata nel...

AR SANSEPOLCRO-2

Il Consiglio Comunale di Sansepolcro ha finalmente parlato di pesticidi. Il tema tabù di questi mesi è ora argomento di discussione anche all'interno dell'istituzione cittadina. Grazie alla petizione "Finalmente liberi dai veleni", illustrata nel Consiglio del 18 marzo dal nostro Gabriele Acquisti, il Comune di Sansepolcro dovrà prendere una posizione.

L'Amministrazione, interpretando con molta libertà il regolamento, ha preso ulteriori 60 giorni per giungere a una delibera. La discussione, durata un'ora e mezza, ha permesso tuttavia di far comprendere ai presenti come il problema fosse sostanzialmente sottovalutato o ignorato da una parte consistente degli attuali consiglieri. Alcuni di loro l'hanno anche ammesso pubblicamente. Trascuratezza grave e non giustificabile, se si pensa che il testo della petizione era noto da almeno due mesi e che il pericolo pesticidi era stato sollevato con forza da cittadini, imprenditori e comitati. Appare chiaro che, se non fosse stata presentata la nostra petizione, il Consiglio non avrebbe mai neppure affrontato la questione.

Vogliamo cogliere l'aspetto positivo del rinvio, purché sia breve. La discussione, infatti, proseguirà nella Commissione Consiliare "Statuto e Regolamenti" per poi tornare in Consiglio Comunale per il voto finale. Chiediamo dunque al Presidente di convocare rapidamente la Commissione per non perdere ulteriore tempo prezioso.

Nella nostra petizione chiediamo l'effettiva attuazione di norme già vigenti e, di conseguenza, una sistematicità nei controlli e nelle sanzioni attualmente mancante. Facendo tesoro dell'eccellente lavoro portato avanti da comitati e associazioni in questi mesi, vogliamo dunque invitare tutti i soggetti interessati a partecipare all'incontro (pubblico, come sancito dall'art. 17 dello Statuto) della Commissione per poter finalmente scrivere insieme, nella corretta sede istituzionale, quel Regolamento Comunale sull'uso dei pesticidi e sulla Polizia Rurale che - anche questo è emerso nel dibattito per ammissione del Sindaco Frullani - la Regione Toscana ci aveva chiesto già due anni fa!

La petizione dei 5 Stelle biturgensi diventa dunque lo strumento attraverso cui potremo concretamente realizzare un regolamento indispensabile.

Questa è la politica che vogliamo per Sansepolcro, un nuovo modo di agire in cui il cittadino che s'impegna diventa finalmente protagonista dell'amministrazione pubblica. Mentre le vecchie forze politiche (anche quando provano a travestirsi da "nuove") sono indaffarate nel cercare improbabili alleanze o candidature, i 5 Stelle hanno dimostrato che con la sola forza delle idee e con un attento studio delle normative si possono davvero cambiare le cose. Ed è solo l'inizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sansepolcro, petizione contro i pesticidi in consiglio comunale. 60 giorni poi la delibera

ArezzoNotizie è in caricamento