Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

Sansepolcro, E45 e diga di Montedoglio: le preoccupazioni di Forza Italia

Il gruppo consiliare ed il coordinamento comunale di Forza Italia di Sansepolcro è preoccupato per le due infrastrutture principali della Valtiberina, la E-45 e la Diga di Montedoglio due opere pubbliche di importanza nazionale che avrebbero...

AR/MONTEDOGLIO DIGA ( ore 16 - 17 )

Il gruppo consiliare ed il coordinamento comunale di Forza Italia di Sansepolcro è preoccupato per le due infrastrutture principali della Valtiberina, la E-45 e la Diga di Montedoglio due opere pubbliche di importanza nazionale che avrebbero dovuto arricchire la vallata e che ora creano preoccupazione alla popolazione .

La E-45 fa parte di un itinerario europeo ed era stata costruita all'epoca, fine anni settanta e i primi anni 80, per snellire il traffico da Orte a Ravenna . Poi è accaduto che con l'ingresso in Europa di tanti Paesi dell'Est europeo, è divenuta, non avendo pedaggio, la via prediletta da tutti i tir che percorrono in direzione Sud la penisola proveniendo anche dall'Est Europa. E' chiaro che non e' stata progettata per la mole di traffico che deve sopportare quotidianamente. Sono state pubblicate delle foto sui social di particolari di appoggi delle travi precompresse sulle travi sopra i piloni di certi viadotti che anche ai non addetti ai lavori destano qualche preoccupazioni.

E' stata definita la Salerno Reggio Calabria del Nord visti i cantieri che si aprono ininterrottamente lungo il suo percorso e ciò ci rammarica e non poco. E' chiaro che la politica deve fare qualcosa come è chiaro che la superstrada così come è oggi non può sopportare tutto il traffico pesante che la sta deteriorando .

Parliamo ora dell'altra grande opera della Valtiberina: La diga di Montedoglio.

La gente inizia a farsi delle domande dopo che la ricostruzione del muro crollato non avviene. Ma perché non viene rifatto il muro crollato nel dicembre 2010? Non sara' forse che anche lo sbarramento presenta dei problemi statici ed allora non si costruisce il muro perché l'innalzamento del livello dell'acqua potrebbe portare dei problemi allo sbarramento stesso? La presenza della faglia sotto il lago, i cui movimenti hanno portato varie scosse sismiche nel corso del tempo, potrebbe aver a che fare con il mancato rifacimento dei conci del muro crollato? Ma se non viene rifatto il muro, come fa Montedoglio a soddisfare tutte le richieste di approvvigionamento idrico ? Fra poco col livello basso dell'acqua e la mancanza di precipitazioni, potrà essere eventualmente ridotto l'utilizzo irriguo dell'acqua? Tante domande poste dai cittadini che pretendono risposte.

E che saranno oggetto di specifiche interrogazioni ed interpellanze, tenendo conto anche per la E-45 delle competenze sia regionali che statali per le quali, tramite Forza Italia interesseremo i nostri consiglieri regionali e parlamentali.

La popolazione della Valtiberina vuole risposte certe e soprattutto chiarezza .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sansepolcro, E45 e diga di Montedoglio: le preoccupazioni di Forza Italia

ArezzoNotizie è in caricamento