rotate-mobile
Politica

Sanità, Tanti replica a Romizi: "Dov'era quando la Regione realizzò l'obbrobrio delle aslone?"

La vicesindaco di Arezzo: “Per ora dal Governo Meloni vedo l'impegno a mettere 3 miliardi di risorse in più. Se poi ci saranno scelte sbagliate farò la mia parte a difesa di Arezzo”

Il vicesindaco di Arezzo, Lucia Tanti, replica al consigliere comunale Francesco Romizi sul tema della sanità.

“Il consigliere Romizi stia sereno che se dal Governo in materia sanitaria dovessero arrivare scelte punitive per la nostra città farò la mia parte, ma per ora dal Governo Meloni vedo grande consapevolezza, molto realismo e lo stanziamento di 3 miliardi di euro in più per il 2024 e di 4 miliardi per il 2025. Se poi la devo dire tutta aggiungo anche che servono certamente risorse in più per la sanità pubblica che è la priorità delle priorità, ma servono anche modelli di governo della sanità più contemporanei, capaci di dare risposte meno burocratiche e di apparato, mettendo il privato convenzionato sempre più nelle condizioni di dare supporto al pubblico e risposte ai cittadini. Anche di questo parleremo ai prossimi Stati generali della Sanità aretina previsti per venerdì 25 novembre. In attesa che io debba prendere posizioni ipotetiche contro il Governo, chiedo dove fosse il consigliere Romizi quando la Regione Toscana avviò e realizzò l'obbrobrio delle aslone, chiuse il nostro Hospice - che riaprirà grazie ad un lavoro certosino di tutti a partire dal sindaco e da me - mortificò Arezzo e diede il via al disavanzo di quasi mezzo miliardo di euro. E mi fermo, tanto basta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Tanti replica a Romizi: "Dov'era quando la Regione realizzò l'obbrobrio delle aslone?"

ArezzoNotizie è in caricamento