Sanità , Macrì e Carlettini: "serve una scelta alta e medico-professionale per il distretto aretino"

C'è un'importante nomina in vista nell'azienda sanitaria, quella del prossimo direttore del distretto di Arezzo. Ecco le priorità di Francesco Macrì e Giovanna Carlettini del gruppo di Fratelli d'Italia in consiglio comunale. “Lanciamo un appello...

macrì_carlettini

C'è un'importante nomina in vista nell'azienda sanitaria, quella del prossimo direttore del distretto di Arezzo. Ecco le priorità di Francesco Macrì e Giovanna Carlettini del gruppo di Fratelli d'Italia in consiglio comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
“Lanciamo un appello bipartisan ai sindaci e ai competenti livelli istituzionali dell’azienda sanitaria perché in vista dell’importante nomina del direttore del distretto di Arezzo sia data assoluta priorità a un professionista di rango con competenze medico-sanitarie appurate, esperienza nell’attività che sarà chiamato a svolgere e il giusto radicamento territoriale.

La sanità aretina, a seguito dell’unificazione di tre aree corrispondenti alle province di Arezzo, Siena e Grosseto, in un’unica Area Vasta, ha la necessità prioritaria di compensare le spinte centrifughe verso il polo senese attraverso l’individuazione di una scelta forte in grado di gestire il distretto di Arezzo. Dunque, un medico che abbia conoscenza dei servizi e dei presidi sanitari e socio-sanitari e che sia in grado di mettere in campo un approccio non di carattere amministrativo, burocratico o meramente ragionieristico ma che privilegi l’attenzione verso le autentiche esigenze sanitarie del territorio. Queste ultime mai così a rischio.

Arezzo, storicamente, è una terra che abbonda di altissime professionalità mediche, per questo non ravvisiamo difficoltà a individuare un soggetto autorevole con le caratteristiche sopracitate. Proprio i sindaci del territorio, che hanno istituzionalmente voce in capitolo, devono fare valere, indipendentemente da ogni logica di schieramento partitico, questo criterio di tutela della sanità locale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento