Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico, Farnetani: "Così il San Donato può diventare una eccellenza"

La nota del dottor Farnetani, pediatra e associato di Ora - Officina per il rilancio di Arezzo

Il San Donato può diventare una eccellenza italiana con la realizzazione del progetto illustrato dal dottor Italo Farnetani, qualora l'ospedale aretino riuscisse a creare al suo interno l'Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. 

La nota del dottor Farnetani, pediatra e associato di Ora - Officina per il rilancio di Arezzo.

Uno degli interventi da fare subito che, come è scritto nel programma elettorale, sono una priorità per la nuova amministrazione del sindaco Ghinelli è la creazione dell'Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) all’interno dell’ospedale San Donato che diverrà un’eccellenza nazionale e gli aretini avranno una maggior livello di assistenza e le migliori cure disponibili.
Durante un incontro-dibattito pubblico, presso il punto elettorale della lista Ora Ghinelli 20 25 in Piazza San Francesco, organizzato da Lucia Tanti, assessore alle politiche sanitarie uscente del Comune di Arezzo, il medico aretino, Italo Farnetani, che è uno degli estensori del programma elettorale per la riconferma del sindaco Ghinelli, ha illustrato il progetto del’IRCCS San Donato che sarà presentato al Ministero della salute e sarà già in funzione entro il 2025. Ecco una sintesi della relazione di Italo Farnetani.

L’IRCCS San Donato: l’eccellenza in oncologia

La creazione dell'Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) all’interno dell’ospedale San Donato IRCCS permetterà alla sanità aretina di proiettarsi in una dimensione nazionale e di collaborare direttamente con tutti i migliori ospedali e Università d’Italia, potendo così trovare le cure più efficaci e moderne a tutto vantaggio della salute e della vita dei nostri concittadini. Gli IRCCS sono ospedali in cui sono presenti centri di eccellenza sanitaria che erogano prestazioni e cure di altissimo livello. In Italia sono 51 e hanno un rapporto diretto col Ministero della Salute che eroga fondi specifici in aggiunta a quelli regionali, potendo avere una notevole autonomia rispetto agli attuali vincoli regionali. Nel caso del San Donato si tratta dell’oncologia grazie alla grande e benemerita attività del CALCIT sia per quanto riguarda le risorse erogate, circa 30 milioni di euro nei 42 anni della fondazione, che hanno dotato l’ospedale delle più moderne tecnologie, sia per aver coinvolto l’intera città, sensibilizzando la popolazione alle problematiche della prevenzione e cura dei tumori.L’IRCCS San Donato avrà sede presso il Centro oncologico da cui si estenderà a tutti i reparti ospedalieri ove sono presentii malati con tumore. Il riconoscimento di IRCCS offrirà innumerevoli e sostanziali vantaggi: permetterà di inserirsi nella rete dei 51 IRCCS nazionali che rappresentano i migliori ospedali italiani, la cui collaborazione sarà utile per la cura dei pazienti come previsto dalla normativa relativa agli IRCCS potrà essere realizzata una convenzione con qualsiasi Università italiana per poter avere ad Arezzo, presso il nostro ospedale, un distaccamento universitario con professori residenti, corsi di laurea e reparti universitari, determinando un forte balzo in avanti dell’intera sanità aretina.

Ecco come cambierà la sanità aretina

Facciamo un esempio per capire come con l’IRCCS San Donato si avrà il miglioramento e il potenziamento della sanità ad Arezzo con i vantaggi per la salute e la vita dei nostri concittadini. Nel programma elettorale abbiamo indicato che vorremo potenziare gli screening per la prevenzione dei tumori, ebbene se esaminiamo quello che riguarda il cancro della mammella, che la neoplasia più frequente tra le donne, vogliamo ampliare la fascia di età in cui effettuare lo screening estendendola per ora da 45 a 74 anni, con la possibilità di scendere fino a 40 anni, ma soprattutto facendo per tutte le donne un esame ogni anno, infatti è dimostrato che l'attuale frequenza di una mammografia ogni due anni, rappresenta un arco di tempo troppo grande col rischio di vedere sviluppare nel frattempo un tumore. Ecco perché vogliamo effettuare l'esame una volta l'anno, come indicato da moltissimi studi scientifici. Appena attivato l’IRCCS San Donato presenteremo questo progetto al Ministero che della Salute chiedendo il finanziamento, come previsto dai regolamenti. In tal modo garantiremo alle nostre concittadine esami di alto livello, che sono veri salvavita, e nello stesso tempo avremo più risorse economiche a disposizione potendo potenziare i servizi, utili per tutti i reparti, e creare numerosi nuovi posti di lavoro.

Entro il 2025 il San Donato sarà ospedale di eccellenza

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’IRCCS San Donato, come è avvenuto per gli altri ospedali che hanno ottenuto tale riconoscimento, favorirà lo sviluppo di tutti i reparti, anche dei settori non oncologici, infatti il potenziamento di organico, apparecchiature, laboratori, sarà utile per tutti i pazienti determinando un forte balzo in avanti dell’intera sanità aretina. Studi scientifici internazionali, pubblicati su Lancet che è una delle più autorevoli riviste mediche del mondo dimostrano che ove ci sia un ospedale tipo IRCCS  aumenta l'aspettativa di vita e vengono offerte le migliori cure e forme di prevenzione. Abbiamo già pronto il progetto per la creazione dell’IRCCS San Donato che è stato preparato con la collaborazione di esperti del settore di livello nazionale, in modo da iniziare la realizzazione già dal prossimo mese di ottobre. Entro il 2025 il San Donato di Arezzo sarà divenuto un ospedale di eccellenza che permetterà agli aretini di curarsi nella nostra città senza affrontare spostamenti, disagi e spese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento