Rsa, De Robertis: “Non è la “forza” di uno ma l’equità a guidare le scelte della Regione”

“L’assessore del Comune di Arezzo, Lucia Tanti, ha espresso la sua giusta soddisfazione per i finanziamenti ottenuti dalla zona aretina per le Rsa – commenta la vice presidente del consiglio regionale, Lucia De Robertis - peccato che la...

de-robertis-lucia1

“L’assessore del Comune di Arezzo, Lucia Tanti, ha espresso la sua giusta soddisfazione per i finanziamenti ottenuti dalla zona aretina per le Rsa – commenta la vice presidente del consiglio regionale, Lucia De Robertis - peccato che la motivazione della Regione non sia stata quella da lei indicata. La Giunta e in modo particolare l’assessore Saccardi hanno fatto una scelta chiara: raggiungere in tutte le zone della Toscana un indice minimo di copertura di posti letto pari a quello regionale che è dell’ 1,14. Siamo di fronte ad una scelta attiva di equità e non ad una passiva di arrendevolezza di fronte alla “forza” o all’”autorevolezza” di qualcuno come afferma l’assessore del Comune di Arezzo”.

De Robertis precisa che “non appartiene a questa Giunta regionale la logica di ascoltare chi ha la “forza” per farsi sentire. Anzi: in tema di politiche sociali è necessario avere attenzione soprattutto a chi di forza non ne ha. E infatti la Regione, nel ripartire i fondi, ha espressamente indicato che bisognava per prima cosa perseguire il raggiungimento in tutte le zone di un indice minimo di copertura di posti letto. Nessuna zona deve rimanere indietro rispetto ad altre. Una buona pratica frutto della sinergia tra la Regione, gli enti locali e l’Ausl che dimostra ancora una volta che il lavoro di squadra funziona quando si coinvolgono e si ascoltano tutti gli attori”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Equità, quindi ma anche risposte funzionali agli interessi e ai bisogni dei cittadini: “Oggi – conclude Lucia De Robertis - si azzerano le liste di attesa per i posti letto nelle RSA a dimostrazione di come il sociale e la sanità siano un punto fondamentale della riforma sanitaria. Mi dispiace che il Comune di Arezzo continui a chiedere un isolamento locale, contraddicendo la vera ragione per la quale ha avuto finanziamenti che sono nel segno della collaborazione e dell’equità e non certo in quello della divisione e della forza dei singoli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

  • Comunali 2020: liste, candidati, sezioni e voti: tutte le preferenze espresse

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento