Politica

"Preoccupati per i lavoratori di Estra"

L'intervento di Francesco Romizi (Arezzo 2020): "Perché la dirigenza della società fa orecchie da mercante e lascia cadere nel vuoto le loro richieste d’incontro, incentrate su una discussione seria relativa agli indirizzi aziendali?"

“La vita va avanti e i problemi non aspettano. Le fattispecie legate a eventuali reati saranno accertate dalla magistratura. Ma nel frattempo per Estra si apre un fronte interno non di poco conto: le istanze dei lavoratori. La domanda segue spontanea: perché la dirigenza della società fa orecchie da mercante dinanzi a queste? Perché lascia cadere nel vuoto le loro richieste d’incontro, incentrate su una discussione seria relativa agli indirizzi aziendali?". Attacca così una nota del consigliere comunale di Arzzo 2020 Francesco Romizi.

"Al di là degli aspetti giudiziari, questo stallo nelle relazioni preoccupa. Perché potrebbe celare proprio una mancanza di strategia da parte dei vertici. E allora: l’attuale management di Estra è quello giusto per gestire un’operazione di portata gigantesca come quella relativa alla multi-utility regionale dei servizi?”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Preoccupati per i lavoratori di Estra"

ArezzoNotizie è in caricamento