Romizi: "Dai disabili al disagio abitativo, la nostra proposta per il sociale. Tagliando ai dirigenti"

Dichiarazione del consigliere comunale Francesco Romizi di Arezzo in Comune. Sette emendamenti al bilancio per sostenere situazioni di disagio e l’attività delle associazioni che promuovono attività sociali. È la scelta di Arezzo in Comune per il...

romizi_francesco1

Dichiarazione del consigliere comunale Francesco Romizi di Arezzo in Comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Sette emendamenti al bilancio per sostenere situazioni di disagio e l’attività delle associazioni che promuovono attività sociali. È la scelta di Arezzo in Comune per il bilancio preventivo che andrà in discussione nel prossimo Consiglio Comunale. Le risorse è possibile reperirle togliendo i corrispettivi dalle spese legate a consulenze, incarichi e compensi ai dirigenti. Nelle specifico chiediamo l’incremento di 15.000 euro delle risorse destinate ad associazioni sportive che gestiscono impianti comunali per svolgere attività sociali. L’incremento di 20.000 euro al fondo, attualmente alimentato solo da risorse regionali, destinato alle famiglie con disabili che intendono abbattere le barriere architettoniche nelle abitazioni. Poi, 20.000 euro a sostegno delle attività e dei progetti dei centri di aggregazione sociale del Comune di Arezzo; 16.000 euro a incremento del fondo per fronteggiare l’emarginazione sociale e specifico che chiediamo di ricavare questa somma diminuendo contestualmente l’indennità del segretario generale che il sindaco, di recente, ha portato al massimo. E ancora: 20.000 euro per le attività di reperimento e locazione degli alloggi a sostegno di situazioni di disagio abitativo; 50.000 euro per contribuire al pagamento delle utenze da parte delle famiglie in difficoltà economica; 5.000 euro per i progetti di educazione alimentare e ambientale nelle scuole.

Si tratta di risorse che valgono non solo per il 2016, i nostri emendamenti le rendono infatti stabili per ogni anno del triennio di riferimento del bilancio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento