Romizi: "Bene il palazzo dei tesori, merito del bando Piuss della precedente amministrazione"

"Salutiamo con favore la prossima apertura del Museo dell’oro, o meglio del palazzo dei tesori di Arezzo quale diventerà il palazzo di Fraternita: merito del bando Piuss vinto dalla precedente amministrazione", parola del consigliere comunale di...

romizi_francesco-2

"Salutiamo con favore la prossima apertura del Museo dell’oro, o meglio del palazzo dei tesori di Arezzo quale diventerà il palazzo di Fraternita: merito del bando Piuss vinto dalla precedente amministrazione", parola del consigliere comunale di Arezzo in Comune, Francesco Romizi, che del passato governo cittadino faceva parte.

È la concretizzazione di un preciso progetto lanciato e voluto dalla precedente amministrazione - dice Romizi - che ha lavorato per questo con la Regione, la Camera di Commercio, la Consulta orafa. Destinare il palazzo di Fraternita alle eccellenze della città, oro, musica, esposizioni d’arte, è il motivo per cui è stato ottenuto il finanziamento del Piuss ed è stato possibile, per la precedente amministrazione insieme alla Fraternita dei Laici guidata da Liletta Fornasari, restaurare anche il palazzo di Fraternita stesso.

Continua Romizi:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Riteniamo che il progetto che prende corpo è un primo passo. Infatti non si prevedeva solo di ospitare la collezione Oro d’Autore di proprietà di Arezzo Fiere e Congressi e di realizzare con le varie tecnologie multimediali un percorso sulla storia secolare di Arezzo legata all’oro, ma anche l’apertura di alcuni laboratori espositivi nella vicina via Bicchieraia. La nuova amministrazione ha faticato a sposare questo progetto, ma le pressioni della Regione, visto il vincolo dei finanziamenti Piuss, hanno spinto a questo risultato.

A nostro giudizio ci sono le condizioni, se si lavora a un progetto coordinato e integrato, a un percorso turistico che faccia perno sulla Fortezza e il palazzo di Fraternita, per promuovere le eccellenze del territorio e le identità di Arezzo nei vari campi in chiave turistica, economica e culturale: oro, antiquariato, musica, arte, tradizioni culturali, folclore, moda.

Per questo la Giunta deve operare in modo diverso da quanto fatto fino a oggi: occorre un’apertura alla città e alle proposte che vengono dal territorio, promuovere la collaborazione tra le istituzioni. Terreni sui quali registriamo ancora delle lacune come evidenzia la mancata valorizzazione della Fortezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento