RinasciMonte sulla giunta: "Poco rispetto degli elettori di Alberoro. E dove sono i socialisti?"

"Caduto il drappo che mal celava la composizione della nuova giunta comunale, di cui si vociferava ormai da qualche giorno, ci soffermiamo ad osservare l’istantanea datata giugno 2017 della sala del Consiglio Comunale di Monte San Savino e subito...

MarcellaLuzzi_Rinascimonte

"Caduto il drappo che mal celava la composizione della nuova giunta comunale, di cui si vociferava ormai da qualche giorno, ci soffermiamo ad osservare l’istantanea datata giugno 2017 della sala del Consiglio Comunale di Monte San Savino e subito riscontriamo alcune difformità anche troppo evidenti." L'analisi politica dopo il primo consiglio comunale a Monte San Savino è del gruppo RinasciMonte capeggiato da Marcella Luzzi.

"In primis è sconcertante l’assoluta mancanza di rispetto da parte della maggioranza della volontà espressa dal proprio elettorato.

Presentando il nuovo assessore al bilancio Marzio Pagliai, persona certamente degna di rispetto, il sindaco Margherita Scarpellini si appresta immediatamente a elencare gli articoli di legge che le permettono la nomina di un assessore esterno. Certo tutto è lecito, ma tale nomina porta a galla strane logiche di partito a cui, dopo tutti questi anni, dovremmo essere abituati, ma a cui non ci vorremmo mai arrendere.

Ci domandiamo allora come possano sentirsi i cittadini d’Alberoro che si vedono privati di una rappresentanza in giunta dopo essere stati l’ago della bilancia per garantire la vittoria della coalizione di sinistra.

Altra difformità: che fine hanno fatto i socialisti che hanno sostenuto la neosindaca Margherita Scarpellini?

Pare allora ancora più desolante l’immagine del consigliere Giuseppe Ginepri che scende in solitaria la scalinata del Palazzo Comunale, mentre nella sala del consiglio si consuma il rito dei saluti convenzionali e delle strette di mano."

Sull'opposizione:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
"Dai banchi dell’opposizione salta all’occhio l’atteggiamento del consigliere Gianni Bennati che non riuscendo ancora a riprendersi dalla sconfitta elettorale sciorina complimenti e attestati di stima verso i nuovi componenti della giunta ( per altro smentiti attraverso i social dove viene sottolineata la loro incompetenza), riservando travasi di bile amara nei confronti della lista RinasciMonte, come se i nemici da affrontare fossero loro. Rimane quindi come unica opposizione degna di considerazione quella che porteranno avanti Marcella Luzzi e Amulio Liberatori."

“La nostra sarà un opposizione ferma, coerente, seria e costruttiva, un'opposizione attenta alle istanze del territorio, propositiva, di controllo e di stimolo, ma anche intransigente, impegnata e seria, lontana da strumentalizzazioni e pregiudizi, che agisca con trasparenza e rigore, e che apporti il proprio contributo affinché l' operato e l' azione dell'intero Consiglio Comunale possano essere di aiuto al miglioramento della qualità della vita di tutti i cittadini, nessuno escluso.
Senza dubbio i lavori del Consiglio ci porteranno sostenere le nostre idee e convinzioni in confronti talvolta anche aspri. E’ normale e giusto: la pluralità delle opinioni è una ricchezza imprescindibile che sta alla base della democrazia. Avrete in noi due interlocutori sempre garbati, perché questo è il nostro stile e il nostro modo di rapportarci agli altri, ma la nostra non sarà sempre un’opposizione “gentile”: dove riconosceremo il bene comune avrete il nostro appoggio, diversamente non faremo sconti.
In ogni caso, nel rispetto di tutti i cittadini che qui rappresentiamo, auspico che riusciamo ad improntare, seppure nella diversità dei ruoli e delle vedute, un dialogo democratico e rispettoso, fondato sui temi e sulle idee senza escludere, laddove possibile, eventuali percorsi condivisi.”

Concludiamo augurandoci che l’insediamento del nuovo Consiglio Comunale segni la fine del clima teso e spesso sopra le righe respirato durante la campagna elettorale e nei giorni successivi alle elezioni e che il lavoro dei prossimi cinque anni sia costruttivo per la crescita di Monte San Savino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento