Politica

Rider, approvata la legge regionale. Ceccarelli (Pd): "Un piccolo passo ma significativo per dare più diritti e tutele"

"Un primo passo per fornire strumenti concreti per migliorare le condizioni di lavoro di alcune tipologie contrattuali che sono ancora prive di tutela"

"Un piccolo passo ma davvero significativo nel riconoscimento di diritti per una categoria di lavoratori che ne ha davvero pochi. Ringrazio il presidente Mazzeo per aver proposto questa legge, una normativa che si sforza di offrire, nell’ambito delle competenze e delle prerogative della Regione, il massimo livello di sicurezza per una tipologia di lavoro così poco tutelata".

Lo ha detto Enrico Sostegni, presidente della commissione Sanità e politiche sociali, presentando in aula la proposta di legge “Disposizioni per la tutela e la sicurezza del lavoro dei lavoratori organizzati mediante piattaforme digitali”, approvata a maggioranza.

"E’ davvero rilevante che alle molte parole che spendiamo su un tema quale quello della sicurezza dei  lavoratori si faccia seguire i fatti, cioè strumenti concreti per migliorare le condizioni di lavoro di alcune tipologie contrattuali che sono ancora prive di tutela – ha commentato il capogruppo Pd Vincenzo Ceccarelli - Questa legge, per le azioni che prevede, costituisce un tassello importante nella difesa dei diritti di tutti i lavoratori".

Sostegni, nel suo intervento in aula, ha voluto anche chiarire i contorni giuridici della nuova normativa.

"Interveniamo sulla competenza delle regioni in tema di tutela della sicurezza sul lavoro e più in generale sulla tutela della salute, allorché alcune attività lavorative si svolgono anche in ambito pubblico – ha specificato Sostegni – L’ufficio legislativo del Consiglio ha chiarito anche alcuni aspetti riguardanti i contratti di lavoro, chiarendo che la disciplina si applica indipendentemente dalla tipologia contrattuale. Principi giuridici, suffragati da recenti sentenze della Cassazione. La normativa, tra le altre cose, prevede che la giunta regionale approvi un progetto di analisi e valutazione dei rischi che porti all'elaborazione di un documento tecnico di valutazione dei rischi dei lavoratori organizzati mediante piattaforme digitali. L’obiettivo – ha concluso Sostegni – è sperimentare un modello che si deve tradurre in una maggior tutela e sicurezza sul lavoro per i lavoratori organizzati mediante piattaforme digitali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rider, approvata la legge regionale. Ceccarelli (Pd): "Un piccolo passo ma significativo per dare più diritti e tutele"

ArezzoNotizie è in caricamento