Richiedenti asilo a Badia Agnano, CasaPound: “Decisione scellerata, si blocchi provvedimento”

"Ospitare immigrati a Badia Agnano, frazione di Bucine che conta meno di 800 abitanti, è pura follia – afferma Francesco Campa, coordinatore provinciale di CasaPound - e ricorda molto il caso di Badia Prataglia, frazione di Poppi, dove...

Foto proteste Badia Agnano(1)

"Ospitare immigrati a Badia Agnano, frazione di Bucine che conta meno di 800 abitanti, è pura follia – afferma Francesco Campa, coordinatore provinciale di CasaPound - e ricorda molto il caso di Badia Prataglia, frazione di Poppi, dove inizialmente si pensò addirittura di ospitare 100 profughi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così CasaPound interviene sul dibattito intorno all'arrivo di nuovi richiedenti asilo a Badia Agnano. Nei giorni scorsi striscioni di protesta da parte di alcuni cittadini sono statti appesi in paese.

“Anche stavolta l'unico criterio considerato – prosegue Campa – è la gestione dell'ordine pubblico (ammesso che sia gestita come si deve), come se per un piccolo e sino ad oggi tranquillo paese toscano che ospita l'antica badia romanica di Santa Maria non si trattasse invece di una questione di impatto sociale e turistico. Con il paravento della cosiddetta “accoglienza diffusa” non si tiene minimamente in considerazione la proporzione tra residenti e immigrati, venendo incontro soltanto alle esigenze del business dell'accoglienza.” “L'opposizione da parte dei residenti a questa decisione è sacrosanta – dice il coordinatore provinciale di CasaPound - in tutta Italia continuiamo ad accogliere immigrati spendendo milioni di euro che dovrebbero essere impiegati per garantire casa e lavoro ai cittadini italiani sempre più martoriati dalla crisi economica, è impensabile che un piccolo centro possa accogliere un gruppo di persone di cui non è neppure dato sapere l'esatta provenienza”. “Esprimiamo quindi la nostra netta contrarietà a questo provvedimento scellerato”, conclude Campa .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento