Renzi e Boschi indagati, parla il leader di Italia Viva: "I pm cercano visibilità. Ci penseranno i nostri avvocati"

"Ci sono vari modi per replicare a quello che sembra un assurdo giuridico: la Cassazione aveva parlato appena qualche settimana fa. Io penso che a chi cerca la battaglia e la visibilità mediatica si debba rispondere con il diritto". Sono le parole di Matteo Renzi

Matteo Renzi, leader di Italia Viva

"Ci sono vari modi per replicare a quello che sembra un assurdo giuridico: la Cassazione aveva parlato appena qualche settimana fa. Io penso che a chi cerca la battaglia e la visibilità mediatica si debba rispondere con il diritto". Sono le parole di Matteo Renzi, leader di Italia Viva, raccolte da Adkronos a proposito dell'iscrizione nel registro degli indagati per la vicenda Open. Renzi ha accennato anche alla posizione di Maria Elena Boschi, deputata originaria di Laterina, ex ministra ed ex sottosegretaria, che ne condivide la sorte in questo frangente. "Spetterà - ha detto Renzi - ai nostri avvocati, e cioè la professoressa Severino per Maria Elena Boschi, il professor Coppi per l'onorevole Lotti, il professor Dinoia per il dottor Carrai e il professor Caiazza per quel che riguarda il sottoscritto, spiegare all'accusa quali sono le posizioni di diritto. Noi ai magistrati auguriamo buon lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento