Referendum, Montanaro: "Così perdiamo 5 milioni". Ciolfi: "Che rammarico"

"Bisogna prendere atto della scelta dei cittadini e rispettarla". Salvatore Montanaro resterà primo cittadino di Castiglion Fibocchi. E dire che la battaglia per la fusione con Capolona l'ha portata avanti con tenacia. "Una scelta giusta per i...

salvatore-montanaro

"Bisogna prendere atto della scelta dei cittadini e rispettarla". Salvatore Montanaro resterà primo cittadino di Castiglion Fibocchi. E dire che la battaglia per la fusione con Capolona l'ha portata avanti con tenacia. "Una scelta giusta per i cittadini e contro il nostro interesse, visto che il mandato della mia amministrazione scade naturalmente nel 2019". Sulla netta sconfitta del Sì aggiunge:

Si tratta di una rinuncia da parte dei castiglionesi: sarebbero arrivati 5 milioni in 10 anni, 2,5 dalla Regione nel primo quinquennio post-fusione e altrettanti dallo Stato per il primo decennio. Avremmo potuto ridurre la pressione fiscale, avere servizi migliori, fare investimenti". E invece, niente incentivi. "Eravamo convinti della bontà della proposta, ma rispettiamo l'esito del referendum e andiamo avanti, pur con le difficoltà che un comune piccolo deve affrontare. Ricadute politiche? Noi terremo ferma la barra, il referendum è fine a se stesso e non cambia certo l’esito delle elezioni amministrative di due anni fa.

ciolfi_alberto1“Purtroppo la vittoria del Sì a Capolona non è utile, ed è un rammarico”. Così il primo cittadino Alberto Ciolfi commenta il risultato complessivo del voto referendario. “E' un rammarico - dice - non ci siamo fatti capire bene dai castiglionesi. Non siamo riusciti a far cogliere il significato di questa occasione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Una chance come questa non si ripresenterà: le agevolazioni ci saranno solo fino a fine anno. Senza fusione la rinuncia è notevole: un comune come Castiglion Fibocchi adesso non ha più le funzioni fondamentali che sono passate all'Unione dei Comuni e per 10 anni non arriveranno i 300mila euro garantiti dalla fusione, i 250mila euro provenienti dalla Regione, mentre il patto di stabilità non sarà sospeso (in caso di fusione sarebbe stato sospeso per 5 anni, ndr). A questo va aggiunto il fatto che cittadini e imprese perderanno la possibilità di avere una corsia preferenziale per accedere ai finanziamenti europei. Per Capolona mi aspettavo la vittoria del Sì. L'amministrazione ha consolidato le sue posizioni, evidentemente però non abbiamo tenuto conto delle variabili che non dipendono dalla razionalità.

A cura di Mattia Cialini e Nadia Frulli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Ciclista va in arresto cardiaco e cade rovinosamente. Rianimato: è grave

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

  • "Mio fratello era buono e solare. Lo porterò con me in un tatuaggio"

  • I 15 borghi fantasma della Toscana che dovreste visitare

  • Codice giallo per pioggia e temporali: l'elenco dei comuni aretini interessati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento