Politica

La classifica dei redditi dei parlamentari aretini: quasi tutti volano oltre 100mila euro

Ma c'è anche chi, ancora, non ha reso pubbliche le dichiarazioni. Ecco il quadro: da Forza Italia al M5S, passando per Lega e Pd

Da sinistra: Chiara Gagnarli M5S - Stefano Mugnai FI - Maria Elena Boschi Pd

Quanto guadagnano i parlamentari aretini della diciottesima legislatura? Spulciando tra i siti istituzionali di Camera dei Deputati e Senato della Repubblica si scopre che sono stati caricati, nella sezione documentazione patrimoniale, alcune delle dichiarazioni dei redditi dei rappresentanti del territorio a Roma. Ma non tutti, ad oggi, hanno già comunicato le proprio entrate. Il dettaglio.

Gli eletti all'uninominale per Camera e Senato

I due rappresentanti del collegio uninominale di Arezzo per Camera e Senato (non tutti i comuni della provincia hanno contribuito, alcuni del Valdarno sono stati accorpati con collegi fiorentini, alcuni della Valdichiana con Siena) sono Felice Maurizio D'Ettore - nato in Calabria ma ad Arezzo da anni, professore universitario di diritto, ex coordinatore provinciale di Forza Italia ed eletto tra le fila forziste - come deputato e Riccardo Nencini - di Berberino del Mugello e segretario del Partito Socialista Italiano, eletto nel collegio con la coalizione di centrosinistra - come senatore. Maurizio D'Ettore non ha ancora caricato la documentazione relativa al 2018 (con i redditi delll'anno precedente), mentre Nencini, ex viceministro alle Infrastrutture e Trasporti, dichiara 102.118 euro, la comproprietà di un fabbricato (al 25%) e il possesso di un'auto, una Honda Cr-V immatricolata nel 2010.

Aretini del Pd eletti altrove

Ala Camera sono finiti anche due rappresentanti della provincia di Arezzo, che però sono stati eletti altrove. Si tratta dell'ex ministro ai rapporti con il Parlamento sotto il Governo Renzi ed ex Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con il Governo Gentiloni Maria Elena Boschi. Avvocato, originaria di Laterina, è stata eletta come deputata in Alto Adige con il Partito Democratico. Ancora non risulta disponibile la sua dichiarazione relativa al 2018, mentre dando un'occhiata a quella della vecchia legislatura, Maria Elena Boschi aveva dichiarato 98.471 euro (dichiarazione 2017 relativa all'anno 2016). In Senato c'è anche il montevarchino d'origine Tommaso Nannicini, economista in quota Partito Democratico. Lo scorso anno ha dichiarato un imponibile di 121.685 euro, nella sua documentazione risultano anche tre fabbricati a Milano (di cui 2 in comproprietà al 90%).

Il coordinatore di Forza Italia

C'è poi Stefano Mugnai, consigliere regionale di Forza Italia, nato nel Valdarno aretino, coordinatore regionale del partito che lo scorso 4 marzo è stato eletto - nel collegio plurinominale Toscana 3 - come deputato. L'onorevole forzista ha dichiarato per l'anno 2017 un imponibile di 101.934 euro.

I parlamentari di Governo: 5 Stelle e Lega

Chiudono il quadro i rappresentanti della maggioranza che supporta il Governo guidato da Giuseppe Conte. Per la Lega c'è Tiziana Nisini, rientrata in Senato - era in un collegio plurinominale - visto l'exploit registrato dalla formazione di Matteo Salvini. Impiegata di banca, residente a San Gimignano in provincia di Siena, Nisini è anche consigliere comunale ad Arezzo. Al momento non risultano caricate sul sito del Senato sue comunicazioni reddituali. Ci sono invece quelle di Chiara Gagnarli, deputata pentastellata, rieletta dopo il 2013. Cortonese, Gagnarli ha dichiarato un imponibile 105.152 euro per l'anno 2017, oltre al possesso di un'auto, una Fiat 500 Sport immatricolata nel 2012.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La classifica dei redditi dei parlamentari aretini: quasi tutti volano oltre 100mila euro

ArezzoNotizie è in caricamento