Recuperare Villa Chianini per rilanciare il Pionta. La proposta dei Popolari

Recuperare Villa Chianini per rilanciare la vita del Pionta. L’invito parte dai Popolari per Arezzo che ritengono importante la valorizzazione degli immobili in abbandono nel parco e nelle zone limitrofe, favorendone la frequentazione e...

dav-128

Recuperare Villa Chianini per rilanciare la vita del Pionta. L’invito parte dai Popolari per Arezzo che ritengono importante la valorizzazione degli immobili in abbandono nel parco e nelle zone limitrofe, favorendone la frequentazione e l’aggregazione come deterrenti anche per episodi di microcriminalità. L’associazione riconosce l’impegno della giunta nel provvedere ad interventi di illuminazione, manutenzione del verde e ripristino dell’area giochi che hanno stimolato la frequentazione delle famiglie, ma ora ritengono importante un altro passo in avanti per un ulteriore messa in sicurezza. In questo senso, un edificio leopoldino posto sulla sommità del colle come Villa Chianini potrebbe diventare il simbolo di questa valorizzazione dell’area, con un intervento che l’amministrazione deve promuovere in sinergia anche con Asl e Università. La struttura attualmente grava in uno stato di trascuratezza e degrado, ma in passato è stata sede di uffici sanitari e centri diurni: i Popolari per Arezzo avanzano dunque la necessità di riqualificarla in un’ottica sociale o culturale.

«Nel corso degli anni - commentano i Popolari per Arezzo, - sono stati effettuati interventi di recupero di edifici abbandonati in luoghi anche meno accoglienti, con meno verde e più esposti ad inquinamento acustico ed ambientale. Villa Chianini è un immobile di pregio, posto in mezzo ad un parco e ben collegato alle strutture della Asl, all’università e al limitrofo Centro Anziani: favorirne l’assidua frequentazione può essere una strategia per rendere più sicuro il Pionta e per scongiurare la microcriminalità».

La proposta dei Popolari per Arezzo è duplice. La prima ha l’obiettivo di rendere a Villa Chianini una funzione sociale configurandola per ospitare una Rsa per anziani o come un nuovo centro di aggregazione dove favorire il confronto intergenerazionale anche con attività e laboratori rivolti ai bambini, stimolando così l’incontro, l’educazione e il rispetto verso le età più trascurate e più deboli. L’altra proposta è invece di farne un luogo di riscoperta e valorizzazione della storia del Pionta tra le memorie archeologiche e gli scavi del vecchio duomo: la struttura può diventare sede di un museo per ospitare i vari tesori emersi dal colle e una serie di pannelli in cui spiegarne la storia.

«L’investimento è consistente - aggiungono i Popolari per Arezzo, - ma è necessario per recuperare uno “scarto” della nostra città. Villa Chianini è un patrimonio nel cuore del Pionta: va riportata alla sua ottimale vocazione di socialità e va valorizzata al centro di un percorso volto a configurare il parco come luogo di incontri culturali, attività sportive ed altri eventi orientati all’aggregazione dei cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • La discussione e poi la tragedia: le ultime ore di Fabrizio morto lungo la Siena-Perugia

  • Incidente lungo la Regionale 71. Due giovani ferite

  • Caos alla stazione: studente di 15 anni pestato finisce in ospedale

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto tra auto, due giovani feriti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento