Ralli: "Ripristiniamo la tradizionale consegna della Lancia d'oro"

Il candidato a sindaco del centro sinistra traccia i progetti per la Giostra

"Dispiace svegliarsi oggi e non respirare la consueta atmosfera del Saracino. Non è solo una sfida fra quartieri, è parte della nostra identità". Il candidato Luciano Ralli interviene così in uno dei giorni che da sempre è tra i più attesi dagli aretini: la prima domenica di settembre, quella in cui si svolge la tradizionale manifestazione.

"La Giostra ha sviluppato un ruolo decisivo nella nostra comunità sotto vari punti di vista. Ha coltivato un grande senso di appartenenza, di attaccamento alla propria città e ha stimolato nei giovani la voglia di riscoprire la nostra storia che affonda nel Medioevo uno dei periodi più interessati ed evocativi.
Per questo motivo oggi i quartieri sono luoghi non solo di aggregazione ma anche un patrimonio di cultura e storia che l’amministrazione comunale deve accompagnare e sostenere nella crescita e nella partecipazione per tutto l’anno e non solo nel periodo giostresco. È indubbio che il Saracino sia un veicolo fondamentale nella proiezione turistica della città ma dobbiamo superare una gestione spesso personalistica degli ultimi anni per dare voce ai veri protagonisti che sono quartieri e quartieristi".

Poi Ralli coglie l'occasione per illustrare i suoi progetti per la manifestazione:

"Dovremo investire su quattro punti: tornare alla tradizionale consegna della Lancia d'oro al quartiere vincitore. In condizioni di sicurezza, naturalmente. Era confusionaria? Io direi che era emozionante, partecipata e coinvolgente. Era nostra.

Valorizzare i quartieri come luoghi di storia e aggregazione finanziando progetti di approfondimento culturale e sociale organizzati durante tutto l’anno.

Utilizzare i quartieri come luoghi di servizio per i cittadini promuovendo, anche attraverso i ragazzi in Servizio civile del Comune di Arezzo, progetti di ascolto e animazione sociale.

Investire, con il sostegno della Regione Toscana, sul rifacimento dei costumi della Giostra che rappresentano un patrimonio artistico importantissimo. Ce lo meritiamo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento